“Tutto il bene possibile”. Questo pensa Niccolò Ghedini della prima donna ministro della Giustizia, l’avvocato Paola Severino. Raggiunto all’uscita del Palazzo di Giustizia di Milano dopo l’ultima udienza del processo Mediaset, Ghedini esprime tutto il suo apprezzamento: “La stimavo come avvocato e la stimo ora come Ministro”. E’ appena il caso di notare alcune posizioni del nuovo ministro in tema di giustizia. Prima di arrivare in via Arenula, Paola Severino si è più volte espressa contro le intercettazioni, che secondo lei impigriscono i magistrati e costerebbero il 33 per cento del bilancio della giustizia. L’avvocato inoltre sostiene che le toghe siano propense alla spettacolarizzazione dei processi. “La pensano così tutti i penalisti d’Italia”, commenta Ghedini, “non significa che condividesse tutti i punti del nostro operato”. di Franz Baraggino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Casta, Pomicino: “Monti taglierà i vitalizi? Pensiamo ai banchieri”

prev
Articolo Successivo

Fausto Bertinotti: “Ho lavorato una vita e ho diritto al vitalizio”

next