Ci vuol poco ad infamare un ministro per qualcosa che ha compiuto la cui chiarezza di propositi alle prime non appare evidente. A ben vedere c’è sempre un motivo valido nelle azioni degli uomini di governo, in particolare di questo. Quindi, un’azione apparentemente sconsiderata e priva di logica, in seguito all’acquisizione di elementi chiarificatori, ecco che acquista un senso compiuto e si trasforma “nell’unica cosa che era giusto fare”. Nel video la spiegazione di tutto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sacconi l’ossessivo-compulsivo

next
Articolo Successivo

Mi socera è ‘na jena !

next