Daniela Santanchè non smette mai di stupire. Ospite ieri sera a Linea Notte, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha dato una versione tutta sua sulla causa che avrebbe determinato i 12 sbadigli di Umberto Bossi durante il discorso fatto ieri da Berlusconi alla Camera. “Io sono indignata e mi vergogno perché prendersela con una persona malata, è da vigliacchi”, ha attaccato furiosa la Santanchè. “Speculare su una persona malata è una porcata”, ha detto ancora all’indirizzo del conduttore Maurizio Mannoni che le ha fatto notare il paradosso: “Bossi è un ministro della Repubblica, uno dei più importanti e non lo si può considerare sano solo quando fa gli interessi del governo”. Ma il sottosegretario va avanti e rincara la dose: “Io non modero le parole, questa trasmissione fa terrorismo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Condono, la mano dei clan sull’abusivismo edilizio di Napoli

next
Articolo Successivo

Milano, assedio a Fininvest e Goldman Sachs

next