Daniela Santanchè non smette mai di stupire. Ospite ieri sera a Linea Notte, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha dato una versione tutta sua sulla causa che avrebbe determinato i 12 sbadigli di Umberto Bossi durante il discorso fatto ieri da Berlusconi alla Camera. “Io sono indignata e mi vergogno perché prendersela con una persona malata, è da vigliacchi”, ha attaccato furiosa la Santanchè. “Speculare su una persona malata è una porcata”, ha detto ancora all’indirizzo del conduttore Maurizio Mannoni che le ha fatto notare il paradosso: “Bossi è un ministro della Repubblica, uno dei più importanti e non lo si può considerare sano solo quando fa gli interessi del governo”. Ma il sottosegretario va avanti e rincara la dose: “Io non modero le parole, questa trasmissione fa terrorismo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Condono, la mano dei clan sull’abusivismo edilizio di Napoli

next
Articolo Successivo

Milano, assedio a Fininvest e Goldman Sachs

next