”La mia rielezione sarà dura: l’economia sta uscendo da una recessione mondiale”. Barack Obama, nel corso di una cena elettorale in una casa privata di Georgetown, a Washington, ammette quanto sarà difficile tornare alla Casa Bianca tra 14 mesi.

“L’unico modo per essere rieletto – ha aggiunto il presidente americano – è fare in modo che tutti voi vi impegnate a questo scopo. Spero che siate pronti a un anno di duro lavoro”.

In precedenza Obama era tornato ad attaccare il partito repubblicano: “Vuole abrogare leggi a difesa dell’ambiente, ridurre al minimo l’operato del governo e soprattutto permettere alle forze più potenti del nostro Paese di scriversi da sole le loro regole”.

Quindi Obama, ha fatto un breve bilancio dei risultati raggiunti dalla sua presidenza: “In questi due anni e mezzo alla Casa Bianca abbiamo fatto molto, su fronte delle riforme, da quella sanitaria a quella scolastica, abbiamo fatto passi avanti sull’uguaglianza salariale. Ma quello che non abbiamo fatto – ha concluso – è cambiare Washington, la gente così ha perso, fiducia, confidenza”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cile, gli studenti vogliono cambiare il mondo

next
Articolo Successivo

Il senso di Panama per l’umorismo

next