Alla fine Silvio Berlusconi non c’era. Alla prima assemblea degli eletti del Pdl in Lombardia, il premier non ha dedicato nemmeno una delle sue celebri telefonate. “Vuole che impariamo a camminare con le nostre gambe”, lo giustifica il senatore Mario Mantovani, coordinatore del partito in regione e organizzatore dell’evento. “E’ vero, il Pdl è stato un partito fondato sul carisma”, ammette il governatore Roberto Formigoni, “ma d’ora in poi sarà fondato sul contributo di tutti”. Prove generali di post-berlusconismo, dunque. All’insegna di parole chiave come “meritocrazia” e “democrazia interna”. Ma c’è chi mette in guardia gli astanti: “Se abbiamo vinto è perché abbiamo avuto un leader che si chiama Silvio Berlusconi”, ricorda Daniela Santanchè. E precisa: “Non si cambia il figlio al padre. Il partito resterà sempre il partito di Berlusconi”. Così, nonostante la preoccupazione per gli attacchi di cattolici e imprenditori, parlare di successione nella leadership rimane un tabu, e nessuna osa parlare di passo indietro del Cavaliere. Anzi, nel suo discorso conclusivo il segretario nazionale Angelino Alfano mette le cose in chiaro: “Prima di tutto, se c’è un attacco contro il nostro leader, noi lo difendiamo. Sarà poi lui a decidere se candidarsi o meno in futuro”. di Franz Baraggino

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Marcegaglia, aut-aut al governo: “Agite subito o salta il dialogo”

next
Articolo Successivo

Mentana: “Perché nessuno mi chiede dov’era Lavitola?”

next