Durante il Consiglio Regionale lombardo, il capogruppo dell’Idv, Stefano Zamponi ha consegnato a Nicole Minetti una t-shirt con scritto “finché non vedo non credo”. Una risposta alla maglietta indossata dalla collega qualche giorno fa, nelle vie dello shopping milanese con una viostosa scritta: “Senza t-shirt sono ancora meglio”. La consigliera ha ritirato il regalo, abbozzando un sorriso, mentre Zamponi commentava così il gesto: “Un po’ di ironia e  di sarcasmo di fronte ad un atteggiamento spavaldo di Minetti”. La prima risposta alla maglietta dell’ex igenista dentale del premier era arrivata due giorni fa da alcune esponenti del suo partito, che hanno indossato al convegno del Pdl a Cortina d’Ampezzo una t-shirt con la scritta “E’ una questione di stile…”. Il gruppo di militanti era capeggiato dall’assessore veneto all’Istruzione Elena Donazzan, che aveva spiegato: “Quella maglietta lancia un messaggio negativo per le donne, ai figli. Credo che la politica debba migliorare la società”.  di Franz Baraggino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Telese: “Vi racconto Silvio nel bunker”

next
Articolo Successivo

Paniz: “Berlusconi ha avuto comportamenti eccessivi”

next