Da Partite & partiti. Lo sport è la vetrina della crisi politica che stiamo vivendo. Oliviero Beha nel suo editoriale di oggi esamina gli scandali e le vicende surreali che stanno interessando il mondo dell’antagonismo sportivo, fatto più di business che di sana competizione. Il Tour de France è un rosario di cadute. Vinokourov si è rotto il femore e due corridori in fuga sono stati falciati da un’auto della tv francese. Un fatto minimizzato dalla stampa italiana e straniera. Per poi passare alla Formula 1, dove in corso d’opera si cambiano le regole, andando a vantaggio della Ferrari di Alonso. Per finire con il calcio, dove la rivoluzione auspicata in seguito alla magra figura dei mondiali sudafricani tarda ad arrivare.
Di Oliviero Beha

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Parco delle energie, precari e sfruttati

prev
Articolo Successivo

Il paese delle cricche

next