“Votare sì per cancellare del tutto il legittimo impedimento”. Così il Procuratore aggiunto di Milano Armando Spataro, che nell’intervista a ilfattoquotidiano.it motiva il suo “sì” al referendum del 12 e 13 giugno. “La Consulta ha già depotenziato la legge”, spiega, “restituendo al giudice il potere di valutare l’effettività del legittimo impedimento”. Ma nel provvedimento del governo Berlusconi c’è dell’altro. “Ciò che ancora rimane creerà equivoci e problemi”, aggiunge Spataro, “meglio eliminare del tutto la norma, per rendere l’istituto del legittimo impedimento uguale per tutti i cittadini”. di Portanova e Baraggino

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PERCHÉ NO

di Marco Travaglio e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

“Votare oh oh”. L’inno pro-referendum firmato Roy Paci

next
Articolo Successivo

“Mai, mai, mai” il rap referendario del Piotta

next