Da Partite & partiti: “Avrei voluto parlare di sport, di Francesca Schiavone e della vittoria tennistica della cinese Na Li al Roland Garros, invece – dice Beha – sono costretto a parlare di scandali legati al calcio, “scommettopoli” e vicende giudiziarie, ma sopratutto di palazzi del potere”. Ed è dedicato proprio a Stefano Palazzi l’editoriale di oggi di Oliviero Beha. Al procuratore generale della Figc, della Federazione calcio, che si occupa delle indagini giudiziarie. Da calciopoli a moggiopoli, passando per l’ultimo grande scandalo ribattezzato dalla stampa scommettopoli, Palazzi ha avuto sempre un ruolo di primo piano. Ma ogni indagine da lui condotta si è sempre arenata ed è finita nel nulla, afferma Beha, che si chiede: “Chi alla fine controlla i controllori”?
di Oviero Beha

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Tanzania, va avanti la lotta all’Aids (senza gli aiuti dell’Italia)

prev
Articolo Successivo

“Acqua e sole” Nuovo inno pro-referendum

next