Da “Partite & partiti”. “L’altro ieri, sabato, mi ha telefonato Berlusconi” così inizia l’editoriale di oggi di Oliviero Beha che descrive una delle connessioni più evidenti tra campionato di calcio e la vita politica nazionale: il Milan fondato dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi. “Ma perché mi telefona presidente?” dice Oliviero Beha. E Berlusconi risponde: “non posso farla direttore del tg3, ma devo darle ragione, ho fatto un “Milan elettorale”. Lei è l’unico che ha continuato, con forza, a ribadirlo e in effetti è vero. Io nel black out elettorale grazie al Milan ho potuto stare a contatto con la folla, come se facessi campagna elettorale”. Questa è la sostanza di un campionato ormai al termine, ad un giorno dalla fine, il cui esito è ormai scontato. Milan prima in classifica. Inter e Napoli rispettivamente al secondo e al terzo posto. Sampdoria ultima in classifica, con la retrocessione in serie B. L’unica squadra a giocarsi ancora qualcosa è l’Udinese che in casa, sfidando il Milan, potrà guadagnarsi il quarto posto e la Champions. A Oliviero Beha dispiace per la sorte della Sampdoria, la cui forza sta nel suo bel pubblico, fedele alla squadra e al suo allenatore fino alla fine, nonostante la bruciante sconfitta. Un campionato scontato, dunque, con i quattro club più forti in testa che tengono le redini del gioco e non solo, anche del sistema paese.
Di Oliviero Beha

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano ricorda Vassallo, il sindaco pescatore

next
Articolo Successivo

Napoli, caos e sospetti di voto di scambio

next