Ieri sera, a Ballarò, abbiamo visto il primo tentativo del Governo di rispondere alla domanda che, a meno che non ci si distragga in gossip, lodialfani e questioni personali del Premier, dovrebbe orientare l’intera campagna elettorale del centrosinistra alle prossime elezioni.

Giovanni Floris ha chiesto a Sandro Bondi: Ma in cosa è migliorata l’Italia negli ultimi 16 anni?
Il Ministro della Cultura, di certo non al top della condizione in questo periodo, ha abbozzato una risposta: “Oggi abbiamo il bipolarismo“. Poco dopo si è affannato con la correzione, la rettifica, l’integrazione.

Chissà cosa avrà pensato Tremonti, il suo collega che dice che con la cultura non si mangia.
Forse trova più sostanziosa questa dieta, per il nostro Paese.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pdl, il giurassico dei diritti civili

next
Articolo Successivo

Il Friuli Venezia Giulia nomina un consulente al federalismo fiscale. Che ancora non esiste

next