Telebavaglio è tornata. Sul sito de ilfattoquotidiano.it e alle 24 su Current canale 130 di Sky – la prima puntata della nuova stagione. In studio con Silvia Truzzi e Stefano Feltri gli ospiti sono Lucia Annunziata – editorialista de La Stampa – e Giorgio Stracquadanio – deputato del Pdl e pretoriano del premier. Il duello è sul “Voto di scambio”.  E nella nostra tana del lupo Stracquadanio si presenta attrezzato (e non solo per l’abbigliamento marinaro pre week end a Sorrento): attacca Fini e rilancia sulla legge anti – intercettazioni. “Il presidente della Camera ha tentato il commissariamento del Pdl per via giudiziaria”, accusa. E adombrando un nuovo “trattamento” – dopo quello modello Boffo già annunciato sul nostro giornale il mese scorso – : “Guardate che ci sono 75mila pagine di intercettazioni in giro, e nessuno le ha ancora pubblicate…”.

Lucia Annunziata invece insiste sull’affaire casa a Montecarlo: “Ma di cosa stiamo parlando? Ma vi pare che quella della cucina sia una questione politica?”. E sull’ipotesi voto anticipato: “Tutti fanno finta di non capire che per sciogliere le Camere servono dei passaggi specifici. E questi passaggi rappresentano le vere sabbie mobili per Berlusconi”. La Annunziata poi “cucina” anche il Pd: “Cos’è? Dov’è?”. E bolla le primarie: “Ora sono solo occasione per nuovi fratricidi. I soliti”.

Guarda la vecchia edizione di Telebavaglio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Dall’usuraio per vedere i mondiali

prev
Articolo Successivo

Metodo Feltri

next