– Onorevole D’Alema, anche lei è convinto che le dimissioni del direttore di Avvenire rappresentino un fatto grave?

– Secondo lei le frequentazioni femminili del presidente del Consiglio influiscono sul serio sulla politica del nostro Paese o lo dice solo per fare propaganda?

– E che cosa sarebbe mai questa anomalia italiana di cui lei parla, onorevole D’Alema?

– C’è chi ricorda che anche lei – come altri esponenti del centrosinistra – aveva la querela facile. Non sembrerebbe quindi un’esclusiva di Silvio Berlusconi.

– Ma non è che il PD stia sopravvalutando queste storie, lasciando perdere tutti gli altri problemi del Paese? La crisi economica e sociale avanza e l’opposizione si occupa delle faccende private del presidente del Consiglio.

– Onorevole D’Alema, non le pare di esagerare?

– In compenso l’opposizione di centro-sinistra appare più che appannata.

– Onorevole D’Alema, un’ultima domanda: nella sua Puglia il PD è nei guai con la giustizia.
Che impressione si è fatto di questa vicenda?

(Maria Teresa Meli, Il Corriere della Sera, 5 settembre).

*****

– Alberoni, l’Italia è un Paese dove le donne sono più romantiche?

– L’Italia è un Paese dove conta molto l’amore?

L’amore arriva facilmente?

– Che cosa bisogna fare per far vivere un amore?

Essere innamorato cambia la vita?

Quando finisce il sesso, finisce l’amore?

(Alain Elkann, La Stampa, 6 settembre)

*****

– Onorevole Tajani, la Commissione Europea – di cui lei fa parte – ha chiesto chiarimenti all’Italia per gli ultimi respingimenti di somali ed eritrei nel Canale di Sicilia. Le crea imbrarazzo?

No

– La Boldrini – portavoce in Italia dell’Alto Commissario Onu per i rifugiati – sostiene che sono stati respinti uomini, donne, bambini somali che hanno chiesto di poter fare domanda di asilo, implorando di non essere rimandati in Libia.

Bisogna accertare sempre i fatti; bisogna vedere se sono rifugiati politici o no.

– Lei è ottimista?

(Antonio De Florio, Il Messaggero, 1 settembre)