» Commenti
lunedì 19/12/2016

La tentazione di ridurre i jihadisti a pazzi fanatici

Niente ci inquieta di più dei terroristi che si fanno uccidere per dare la morte. É rassicurante pensare che siano devianti, fanatici religiosi. Ma il “martirio” per una causa come valore positivo c’è in tante culture. Inclusa la nostra

Nell’immaginario occidentale i “terroristi suicidi” sono oggi le più inquietanti figure di un’alterità incomprensibile e minacciosa. Chi sono queste persone disposte a uccidere i nemici, o più spesso dei civili innocenti, e al tempo stesso a sacrificare la propria vita per una causa politica o religiosa? Si tende spesso a spiegare il loro comportamento in […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Storie

Uno, nessuno e poliamore: ama chi vuoi, senza limiti

Commenti

Il papa anticlericale difende Giuda dagli “intellettuali della religione”

Commenti
Il sabato del villaggio

Li chiamiamo “piromani” ma sono criminali

di
Commenti

Mail box

I commenti per questa discussione sono chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×