FQ MAgazine

Donald Trump, niente Aretha Franklin o Beyoncé: sarà la sedicenne Jackie Evancho a cantare l’inno nazionale per il neopresidente

No grazie, non vengo, non ci sarò, nessuno si permetta di dire che mi hanno invitato, sì vengo volentieri. Alla fine qualcuno, o qualcosa, ha accettato l’invito di Trump. La telenovela delle rinunce celebri al cospetto del 45esimo Commander in Chief ha avuto fine con l’arrivo della piccola Jackie, sorta di voce adulta in corpo bambino, scoperta in quel ginepraio di falsetti e brufoli di America’s Got Talent nel 2010

Giorgio Armani sta con Melania Trump: “Di mestiere cerco di vestire le belle donne e lei lo è”

Lo stilista ha dichiarato che non avrebbe alcun problema a disegnare un abito per la first lady rompendo così una sorta di cordata del mondo della moda, compatto nel dire "no" alla signora Trump

Donald Trump, alla manifestazione contro il tycoon migliaia di persone e molte star: da Robert De Niro a Julienne Moore

Gli attori hollywoodiani hanno fatto e continuano a fare una 'ferma opposizione' al tycoon. La notte scorsa, mentre a Washington Donald e Melania partecipavano ad una scintillante cena di gala, migliaia di persone si sono ritrovate a New York, davanti a uno degli alberghi più famosi di The Donald, il Trump International Hotel

Sanremo 2017, perché Carlo Conti ha scelto di essere messo in secondo piano da Maria De Filippi

Il cartello De Filippi-Conti (che secondo molti ha una terza sponda in Rtl e nel suo presidente Lorenzo Suraci) non poteva che svelare se stesso in maniera ufficiale a Sanremo, luogo/nonluogo dove tutto si incontra: televisione, musica, industria discografica, potere, politica. E va bene così, in fondo, perché i prossimi conduttori del Festival hanno conquistato con le unghie e con i denti tutto quello che oggi possono ostentare

Tommaso Paradiso e il successo dei TheGiornalisti: da Don Winslow a Carlo Verdone, storia di una profezia che si è ‘autoavverata’

Artisti rivelazione dell'anno secondo Rockol, disco d'oro digitale, "Completamente Sold Out" è l'album che ha portato il trio romano nei palchi del club di tutta Italia. E a maggio per Tommaso Paradiso, Marco Antonio Musella e Marco Primavera sarà la volta del Forum e del Palalottomatica

Sanremo 2017, abbiamo ascoltato i brani in gara: le recensioni del FattoQuotidiano.it

Michele Monina ha ascoltato per noi i brani in gara al Teatro Ariston

Baustelle, esce L’Amore e la violenza: citazionista fino allo sfinimento ma da ascoltare. Nonostante i Baustelle

Proporrei una moratoria. Da oggi i Baustelle non parlino più, Bianconi si tagli i baffi e smetta di vestirsi come fosse un bohemien, faccia il cantante, lo scrittore, quel che è senza necessariamente fare anche l'attore. Perché i testi delle canzoni di questo lavoro, le melodie curate, nonostante la voce di Bianconi, i suoni ricercati (i sinti, per dirla con Savastano, le batterie che non sono batterie), meritano l'ascolto

The Young Pope debutta negli Usa. Critiche in chiaroscuro. New York Times: “Una Vatican of Cards d’essai”

Variety elogia la serie definendola "sovversiva" e trovando analogie nell'era trumpiana che l'America sta per cominciare, mentre il quotidiano newyorchese fa un resoconto ambivalente della serie di Sorrentino: "Visivamente sublime e testualmente ridicola"

Il Piccolo Principe, “qualcuno può spiegare come mai uno dei libri più banali di sempre è diventato un grande classico?”

Complice la prima visione su Canale5 del film d'animazione tratto da Il Piccolo Principe di Saint-Exupery (che, per completezza di informazione, ha racimolato un misero 10,57% di share e 2,7 milioni di spettatori), ci è tornata in mente una vecchia questione che non siamo mai riusciti a risolvere

Paul McCartney fa causa a Sony per i diritti di 200 canzoni

L'ex Beatle vuole tornare in possesso dei diritti di molte delle sue canzoni composte tra il 1962 e il 1971, la maggioranza delle quali firmate insieme a John Lennon

Pornhub, italiani “mammoni” anche nell’hard

Ancora una volta le parole chiave più cercate in Italia nel 2016 si riferiscono all’area semantica che parte dalle signore mature, possibilmente con esperienza e figli a carico. Ma ci sono altri i dati interessanti che riguardano l’Italia nel 2016

Tasty, come ti cucino la pasta nel latte (senza vergogna): il sito da 79 milioni di Like fa arrabbiare gli italiani

Un’orda infernale di amanti delle ricette rapide dato che Tasty offre video di trenta, sessanta secondi al massimo, inquadrate dalla classica oggettiva dall’alto che mostra il “cosa bolle in pentola”, con un accattivante sottofondo jazzistico easy listening che rende le operazioni gastronomiche accelerate accessibili a tutti. Tra i tanti video postati, alcune ricette di dubbio gusto hanno fatto indignare gli utenti Facebook
×

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×