/ / di

Manlio Lilli Manlio Lilli

Manlio Lilli

Archeologo e giornalista

Sono nato a Roma, dove ho deciso di fare l’archeologo. Laurea (a Roma), dottorato e post dottorato (a Bologna) e insegnamenti a contratto (a Perugia) le tappe di un percorso tutt’altro che concluso. Intanto, quando capita, continuo a lavorare nei cantieri archeologici.

Ho partecipato e condotto diversi scavi a Roma, Pesaro, Grumentum e Lucera e campagne di ricognizione, tra cui quelle nei territori della Valle del Salto, in Abruzzo, e di Lanuvio, Ariccia e Velletri nel Lazio. Ho prodotto, oltre a non poche voci nell’Enciclopedia Archeologica e nel Mondo dell’Archeologia (a cura della Treccani), numerosi articoli e approfondimenti, editi in collane e riviste prestigiose. Le mie ricerche topografiche, in gran parte incentrate sull’età romana, spaziano in diversi ambiti geografici, dall’Italia settentrionale (Emilia Romagna), a quella centrale (Umbria, Marche e Lazio), con una particolare attenzione a diversi contesti del territorio laziale (settore meridionale e sud-orientale). Sono autore di tre monografie sui centri antichi laziali di Lanuvio (Lanuvuim. Avanzi di edifici antichi negli appunti di R. Lanciani, L’Erma di Bretschneider, Roma 2001), Ariccia (Ariccia. Carta Archeologica, L’Erma di Bretschneider, Roma 2002) e Velletri (Velletri. Topografia della città e del territorio, L’Erma di Bretschneider, Roma 2008).

Alla ricerca scientifica ho da anni deciso di affiancare l’opera di divulgazione. Così dopo aver collaborato con il web magazine di Farefuturo e Il Futurista, attualmente i miei contributi compaiono sull’Istituto di Politica, Libertiamo, Linkiesta e Lettera 43.

Blog di Manlio Lilli

Scuola - 14 settembre 2017

Ricomincia la scuola con il cellulare in classe. Poveri ragazzi!

Inutile negarlo. A molti la notizia è apparsa l’ennesimo colpo sferrato contro l’onorabilità della scuola. Il ministro Valeria Fedeli l’ha detto. Il telefonino “è uno strumento che facilita l’apprendimento”. Di più, “una straordinaria opportunità che deve essere governata”. Quindi “se guidati da insegnanti preparati e da genitori consapevoli” i ragazzi “potranno imparare attraverso un mezzo […]
Società - 28 agosto 2017

Flavio Briatore e le vacanze, ma ‘ndo vai se 30mila euro al giorno non ce l’hai?

Non vi accontentate di cascine e masserie, prati e scogliere e volete hotel extralusso, porti adeguati per vostri yacht? Se andate al mare scegliete senza indugio un lido di lusso dove il soggiorno giornaliero supera i 1000 euro? Siete ricchi e vi piace ostentarlo? Volete spendere 10, 20 o 30mila euro al giorno quando siete […]
Società - 16 agosto 2017

Natale a Napoli, un corno rosso per albero? Va bene il folklore ma non chiamatela arte

“A questo punto speriamo che non si perda tempo. Lo scorso anno, con NAlbero, siamo andati in affanno. Abbiamo lavorato con tempi risicatissimi”. Pasquale Aumenta, patron di Italstage, l’azienda che per il secondo anno consecutivo si è aggiudicata la gara per una installazione natalizia sulla rotonda Diaz, a Napoli, gongola. Dopo l’abete di tubi Innocenti, […]
Ambiente & Veleni - 11 agosto 2017

Lucera, c’è da salvare la fortezza? Digiuno, catene e picchetti per farsi ascoltare

Siete un sindaco, un assessore di qualche amministrazione comunale del Belpaese e avete un sito archeologico, un palazzo nobiliare oppure un castello che ha bisogno con urgenza di interventi? Non avete fondi a disposizione per provvedere? Avete provato a inviare richieste al ministero dei Beni culturali? Nessuno ha risposto oppure hanno fatto sapere che non […]
Cronaca - 2 agosto 2017

Agrigento: cara sindaca di Favara ci ripensi, non è abusivismo ma rigenerazione

“Io e Florinda abbiamo scelto Favara, invece di Parigi. E qui adesso stiamo facendo delle cose che forse all’estero non avremmo mai fatto. Il nostro desiderio era restare nella nostra comunità e stare bene. All’inizio ci consideravano degli ‘alieni’, c’era diffidenza, poi ci sono stati i primi riscontri. Stiamo mettendo le nostre idee e competenze […]
Ambiente & Veleni - 29 luglio 2017

Agrigento ospita il Google camp, alla Valle dei templi si entra solo su invito

Avevate in mente di andare alla Valle dei templi il pomeriggio di lunedì 31 luglio? Rinunciate, trovereste chiuso. “Si comunica che, giorno 31/07/2017 per motivi di sicurezza pubblica, l’accesso dei visitatori all’area archeologica sarà possibile fino alle ore 15:00 con uscita alle ore 16:00”, si legge nella nota informativa del sito web del Parco della Valle […]
Cultura - 25 luglio 2017

Terremoto Arquata del Tronto, la rocca aspetta ancora interventi

“Dentro il dramma del terremoto, c’è anche la storia bellissima dei Comuni colpiti, tutti orgogliosi dei loro beni culturali e dei loro centri storici che sono parte della loro identità”. Dario Franceschini parla dei disastri del sisma a Fabriano, in una delle sessioni di Rinasco, le Città creative per l’Appennino, organizzato da Fondazione Merloni e […]
Cronaca - 18 luglio 2017

Siracusa, ‘al parco archeologico monumenti chiusi. Nel parcheggio gli abusivi’

“Quanta amarezza nel constatare come un sito di tale rilievo storico sia lasciato completamente andare: erbacce e sterpaglie circondano i resti, l’incuria regna sovrana, c’è assoluta mancanza di informazioni (nonostante i 10 euro pagati per l’ingresso) e molte parti sono inaccessibili”. Il commento del turista che li ha visitati alla metà di luglio non lascia […]
Cultura - 10 luglio 2017

Piemonte, alla ricerca di Annibale seguendo lo sterco degli elefanti

Alzi la mano chi non ricorda di aver sentito anche solo parlare di Annibale, il condottiero cartaginese che nel 218 a. C. attraversò le Alpi e puntò su Roma. La seconda guerra Punica inizia così. Non era solo, si sa. Con lui più di 50mila tra fanti e cavalieri, 15 mila tra muli e cavalli […]
Scuola - 4 luglio 2017

Nepotismo all’università, l’Italia è prima in classifica: anche i prof tengono famiglia

“Abbiamo confrontato il numero di ricercatori con lo stesso cognome, in ogni dipartimento e l’abbiamo confrontato con quello che che ci si aspetterebbe se le assunzioni fossero casuali secondo diversi ipotesi. L’abbondanza di ricercatori con lo stesso cognome nello stesso dipartimento potrebbe essere dovuta a effetti geografici o a una immigrazione in alcuni settori specifici. Se […]
Pasto a scuola, a Torino tariffe di assistenza diverse se i ragazzi usano la mensa o si portano il pranzo da casa
Scuola, smartphone in classe? L’apertura della Fedeli fa discutere: “Elemento di distrazione”. “No, strumento didattico”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×