/ di

Manlio Lilli Manlio Lilli

Manlio Lilli

Archeologo e giornalista

Sono nato a Roma, dove ho deciso di fare l’archeologo. Laurea (a Roma), dottorato e post dottorato (a Bologna) e insegnamenti a contratto (a Perugia) le tappe di un percorso tutt’altro che concluso. Intanto, quando capita, continuo a lavorare nei cantieri archeologici.

Ho partecipato e condotto diversi scavi a Roma, Pesaro, Grumentum e Lucera e campagne di ricognizione, tra cui quelle nei territori della Valle del Salto, in Abruzzo, e di Lanuvio, Ariccia e Velletri nel Lazio. Ho prodotto, oltre a non poche voci nell’Enciclopedia Archeologica e nel Mondo dell’Archeologia (a cura della Treccani), numerosi articoli e approfondimenti, editi in collane e riviste prestigiose. Le mie ricerche topografiche, in gran parte incentrate sull’età romana, spaziano in diversi ambiti geografici, dall’Italia settentrionale (Emilia Romagna), a quella centrale (Umbria, Marche e Lazio), con una particolare attenzione a diversi contesti del territorio laziale (settore meridionale e sud-orientale). Sono autore di tre monografie sui centri antichi laziali di Lanuvio (Lanuvuim. Avanzi di edifici antichi negli appunti di R. Lanciani, L’Erma di Bretschneider, Roma 2001), Ariccia (Ariccia. Carta Archeologica, L’Erma di Bretschneider, Roma 2002) e Velletri (Velletri. Topografia della città e del territorio, L’Erma di Bretschneider, Roma 2008).

Alla ricerca scientifica ho da anni deciso di affiancare l’opera di divulgazione. Così dopo aver collaborato con il web magazine di Farefuturo e Il Futurista, attualmente i miei contributi compaiono sull’Istituto di Politica, Libertiamo, Linkiesta e Lettera 43.

Articoli di Manlio Lilli

Cronaca - 23 gennaio 2018

Latina, il parco archeologico (nell’acqua) che non apre mai: spesi circa 3,7 milioni di euro per un progetto nato nel 1984

A cinque chilometri da Priverno, in provincia di Latina, c’è il parco archeologico di Privernum. Anzi ci sarebbe. Già perché, nonostante gli scavi quasi trentennali, l’area continua a non essere visitabile. Così i resti rimangono quasi sconosciuti ai più. Ed è un vero peccato perché in particolare le scoperte più recenti varrebbero bene la visita. […]
Ambiente & Veleni - 18 gennaio 2018

Molise, no del Consiglio di Stato all’eolico nel parco delle Morge. La Regione l’aveva autorizzato, contrario il Comune

Eolico e paesaggio continuano ad essere in antitesi. Anzi la realizzazione dell’uno mal si concilia con la tutela dell’altro. Così anche le pale eoliche che la società Bagnoli Energie srl aveva progettato nel territorio al confine tra Pietracupa e Bagnoli del Trigno, proprio a ridosso del Parco regionale delle Morge Cenozoiche, in Molise, non verranno […]
Cronaca - 2 gennaio 2018

Beni culturali, ancora in attesa di assunzione 175 idonei al concorso: “E il ministero stabilizza chi non l’ha fatto”

“Si chiede quindi l’immediata sospensione delle procedure illegittime, nel rispetto della legalità dello Stato e della dignità di chi ha partecipato a regolari concorsi, auspicando che nel nostro Paese vi possa essere la certezza del diritto e della giustizia sociale”. Termina così la petizione su change.org, promossa dai 175 idonei al concorso bandito dal ministero […]
Ambiente & Veleni - 4 dicembre 2017

Sicilia, la Soprintendenza autorizza il resort a Capo Passero. Ma dimentica che quella zona è riserva naturale

Per Mario Soldati era uno dei “luoghi più belli del mondo”. Ed aveva ragione. L’isolotto di Capo Passero, all’estremità sud-orientale della Sicilia, nel territorio comunale di Portopalo di Capo Passero, nel Siracusano, è un paradiso naturale. Con un forte, realizzato tra il 1599 e il 1607, restaurato una decina di anni fa per diventare un Ecomuseo, […]
Ambiente & Veleni - 12 novembre 2017

Sicilia, sentenza Tar: il mega parco eolico offshore nel Golfo di Gela non si farà

Alla fine il Golfo di Gela, nel tratto di mare compreso tra Macchitella e Punta delle Due Rocche, rimarrà com’era. Il progetto di una centrale eolica offshore da 137 megawatt per la produzione di energia elettrica, proprio di fronte al Castello di Falconara non verrà realizzato. La sentenza del Tar Sicilia ha posto fine ad […]
Cronaca - 11 ottobre 2017

Caserta, dopo 22 anni di attesa (e di soldi pubblici spesi) l’Archivio storico non ha ancora una sede degna

L’8 ottobre, in occasione di “Domenica di carta”, l’evento promosso dal Mibact per valorizzare non solo i musei e le aree archeologiche, ma anche i monumenti di “carta”, anche l’Archivio storico conservato alla Reggia di Caserta ha aperto le porte. Ma a pagamento. Unica eccezione tra i 99 eventi gratuiti programmati in tutta Italia. Che […]
Cronaca - 21 settembre 2017

Catanzaro, il Tar ribalta la decisione della Soprintendenza: sì al parco eolico sopra il sito archeologico a Tiriolo

A Tiriolo, piccolo centro della Sila piccola, in provincia di Catanzaro, le cui antiche origini sono ben testimoniate dal parco archeologico di Gianmartino e dai materiali esposti nell’antiquarium, nascerà un parco eolico. Lo ha deciso una recente sentenza del Tar Calabria, che ha ribaltato un precedente parere della Soprintendenza archeologica regionale. Già, perché gli aereogeneratori […]
Cronaca - 11 settembre 2017

Calabria, archeologa ostracizzata dal soprintendente. Che ha fatto finire indagato

Da anni si batte per proteggere le bellezze archeologiche della sua terra, la Calabria. In questo modo ha evitato che i resti del foro di fronte al sagrato del Santuario della Madonna di Capo Colonna finissero coperti dal cemento di un parcheggio per auto. Poi, davanti alle telecamere delle Iene, ha contestato le modalità seguite per […]
Cronaca - 5 settembre 2017

Giugliano, il parco archeologico di Liternum chiuso e incustodito. Dentro erbacce e abitazioni abusive

“L’Amministrazione farà in modo di garantire i servizi, ma la città ed i residenti devono sapere che questo luogo appartiene a loro. Dobbiamo utilizzare questo luogo nel modo più fantasioso e più pieno, perché riscoprire un bene e poi non renderlo fruibile non serve a niente”. Giovanni Pianese, ex Dc, eletto sindaco nel Pdl, era […]
Cronaca - 4 agosto 2017

Lamezia Terme, parco archeologico inaugurato ed abbandonato dopo aver speso 1 milione di euro

“A nemmeno un anno dalla grande inaugurazione, gli scavi di Terina… sono nel più completo abbandono. 3.500 metri quadrati ricoperti da erbacce, cancello sbarrato e nessuna possibilità di effettuare delle visite guidate“. Alessandra Renda su il Lametino.it descrive così una situazione che ha del paradossale. Gli scavi dei quali parla sono quelli presso Sant’Eufemia Vetere, […]
Giorno della Memoria, danneggiata a Milano la pietra d’inciampo in ricordo di Angelo Fiocchi. Pd: “Oltraggio gravissimo”
Rimini, la scritta “Arbeit macht frei” sul portone dell’officina. Il proprietario: “Non so nulla del nazismo”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×