Temi del Giorno

/ / di

Elisabetta Ambrosi Elisabetta Ambrosi

Elisabetta Ambrosi

Giornalista

Giornalista professionista e scrittrice, vivo a Roma. Nata con un dna liberale, cresciuta in un paese catto-comunista, allevata tra ostie consacrate, balli neocatecumenali e canti scout. A venti studiavo Kant sopra la cyclette e iniziavo un’analisi freudiana, a trenta scrivevo un libro contro gli psicoanalisti e mi ricordavo di avere un corpo. A quaranta, forse, diventerò buddista.
Oggi scrivo soprattutto per “Il Fatto” (su cui tengo, il sabato, la rubrica “Il conformista” e curo, con Lia Celi, lo spazio “Le Fattucchiere” sul Fatto del lunedì), ma anche per Vanity Fair.it, dove ho il blog Sexand(the)Stress e per D.Repubblica.it. Mi occupo di cultura, editoria, tv, lavoro e temi sociali, bioetica, questioni di genere, infanzia e qualche volta politica.
I miei libri: Non è un paese per giovani.L’anomalia italiana: una generazione senza voce (con A. Rosina, Marsilio editore), Inconscio Ladro. Malefatte degli psicoanalisti (La Lepre editore), Chi ha paura di Nichi Vendola? Le parole di un leader che appassiona e divide l’Italia (Marsilio editore), Mamma a modo mio. Guida pratica ed emotiva per neomamme fuori dal coro (Urra-Feltrinelli editore), Sos.Tata. Nuovi consigli, regole e ricette per crescere ed educare bambini consapevoli e felici (Feltrinelli editore), Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane (Chiare Lettere editore).
Il mio motto? Prendere sempre le cose sul serio, senza mai prendersi sul serio.
Per conoscermi meglio:
www.elisabettaambrosi.com
Per scrivermi:
elisabetta.ambrosi@gmail.com
@bethambrosi

Post di Elisabetta Ambrosi

Scuola - 24 marzo 2015

Poletti, troppi tre mesi di vacanza? Perché il ministro sbaglia

poletti 675 Quando un ministro lancia una provocazione, puntando il dito contro un male diffuso, una stortura, qualcosa che non va, dovrebbe essere abbastanza accorto da individuare, oltre al problema, anche la sua possibile terapia. L’esternazione del ministro Poletti sulle vacanze estive, invece, mette sul piatto della discussione pubblica una questione insieme drammatica e arcinota senza però prospettare […]
Società - 16 marzo 2015

Dolce e Gabbana vs Elton John: perché hanno torto entrambi

eltonjohn_interna nuova Mi ha colpito la virulenza con la quale Elton John si è scagliato contro i due stilisti – a me non propriamente simpatici –  Dolce&Gabbana a proposito della loro dichiarazione sulla famiglia tradizionale. Mi è sembrata una violenza un po’ eccessiva, con tanto di invito al boicottaggio, che forse nasconde la sensazione di essere vulnerabili […]
Donne - 8 marzo 2015

8 marzo: caro presidente Mattarella, ma dov’è nelle sue parole l’alternativa per noi?

Caro presidente, sono una donna qualunque, ho ascoltato il suo discorso per l’8 marzo, e non so perché, anche se ha detto cose giuste, vere (tra l’altro non la ringrazierò mai abbastanza di aver cominciato con “siete professioniste” e non subito “lavoratrici dipendenti” ha fatto in un attimo più passi lei che dieci anni di Pd) […]
Speciale Quirinale - 2 febbraio 2015

Sergio Mattarella, la Terza Repubblica in ginocchio dalla Prima

Mattarella-675 Rigore morale, schiena dritta, conoscenza profonda delle leggi e dei meccanismi istituzionali, rispetto dello Stato, una concezione del ruolo pubblico e istituzionale come una vera e propria vocazione che costringe al rispetto verso qualcosa di sacro: il bene comune, il corpo dei cittadini e delle norme che ne garantiscono un’esistenza libera e democratica. Tutto questo è […]
Politica - 19 gennaio 2015

Cofferati, perché non abbiamo bisogno di uno Tsipras italiano

cofferati2_675 L’uscita di Sergio Cofferati dal Partito Democratico è stata una scelta che ha restituito all’opinione pubblica, finalmente, un po’ di verità. Una decisione coraggiosa e insieme necessaria che ha smascherato l’idea di un Pd rinnovato e finalmente libero dai cascami del passato, mentre la realtà dietro le apparenze del suo leader mediatico è un’altra: un partito che […]
Società - 13 gennaio 2015

Fumo, è giusto vietarlo anche all’aperto

Ricordo ancora quando, dieci anni fa, si aprì la polemica sulla decisione del Ministero della Salute, e del governo di allora, di vietare il fumo nei luoghi pubblici. Ricordo la protesta dei gestori dei ristoranti, la levata di scudi degli antiproibizionisti, in particolare quella di Giuliano Ferrara che in nome del suo liberalismo-a-tratti alterni tuonava […]
Media & Regime - 9 gennaio 2015

Charlie Hebdo, quelle vignette vanno pubblicate per dovere di cronaca

Lascia sgomenti la decisione di alcuni giornali, come il New York Times e il Washington Post, di non pubblicare le vignette incriminate, così come la scelta della Associated Press di tagliare addirittura la copertina del giornale tenuta in mano da Charbonnier nella foto circolata in queste ore. Lascia sgomenti per due motivi: il primo, è che i direttori […]
Economia & Lobby - 26 dicembre 2014

Tito Boeri neopresidente dell’Inps: auguri e cinque domande sulla gestione separata

Dopo la presidenza di Alfio Mastrapasqua – e dopo il periodo di commissariamento sotto la guida di Tiziano Treu – finalmente l’Inps ha un vero presidente. L’economista Tito Boeri, riformista doc, da anni una delle voci più attente (e più accorate, nell’indifferenza generale) sui temi del lavoro giovanile e  dell’equità tra generazioni, oltre che raro fautore, […]
Lavoro & Precari - 23 dicembre 2014

Partite Iva: prima Renzi le colpisce, poi le ‘salva’ con lo slogan

E’ di stamattina l’annuncio del premier Renzi di un provvedimento ad hoc per le partite Iva, in particolare quelle dei professionisti e free lance. “Serve correttivo”, ha annunciato il premier a poche ore dall’approvazione della legge di Stabilità. Una legge fatta dal suo governo e che quindi avrebbe dovuto direttamente riconoscere le istanze di uno dei pochi […]
Media & Regime - 20 dicembre 2014

Raiuno, la velina sarà intelligente ma pur sempre seminuda!

Frizzi-Eredità-675 Non fatevi ingannare dall’aspetto: cosce di fuori, tette strizzate, labbra rosso fuoco, mantelline rosse e bianche da babbo nataline. Loro sono le Professoresse dell’Eredità, il quizzone più famoso di Rai 1. Lo capisci già che non sono letterine – d’altronde glielo hanno spiegato, in Rai, voi siete diverse – quando pronunciano quel sonoro “buonasera”, con un piglio […]

•Ultima ora•

×