/ / di

Elisabetta Ambrosi Elisabetta Ambrosi

Elisabetta Ambrosi

Giornalista

Giornalista professionista e scrittrice, vivo a Roma. Nata con un dna liberale, cresciuta in un paese catto-comunista, allevata tra ostie consacrate, balli neocatecumenali e canti scout. A venti studiavo Kant sopra la cyclette e iniziavo un’analisi freudiana, a trenta scrivevo un libro contro gli psicoanalisti e mi ricordavo di avere un corpo. A quaranta, forse, diventerò buddista.
Oggi scrivo soprattutto per “Il Fatto” (su cui tengo, il sabato, la rubrica “Il conformista” e curo, con Lia Celi, lo spazio “Le Fattucchiere” sul Fatto del lunedì), ma anche per Vanity Fair.it, dove ho il blog Sexand(the)Stress e per D.Repubblica.it. Mi occupo di cultura, editoria, tv, lavoro e temi sociali, bioetica, questioni di genere, infanzia e qualche volta politica.
I miei libri: Non è un paese per giovani.L’anomalia italiana: una generazione senza voce (con A. Rosina, Marsilio editore), Inconscio Ladro. Malefatte degli psicoanalisti (La Lepre editore), Chi ha paura di Nichi Vendola? Le parole di un leader che appassiona e divide l’Italia (Marsilio editore), Mamma a modo mio. Guida pratica ed emotiva per neomamme fuori dal coro (Urra-Feltrinelli editore), Sos.Tata. Nuovi consigli, regole e ricette per crescere ed educare bambini consapevoli e felici (Feltrinelli editore), Guerriere. La resistenza delle nuove mamme italiane (Chiare Lettere editore).
Il mio motto? Prendere sempre le cose sul serio, senza mai prendersi sul serio.
Per conoscermi meglio:
www.elisabettaambrosi.com
Per scrivermi:
elisabetta.ambrosi@gmail.com
@bethambrosi

Post di Elisabetta Ambrosi

Politica - 19 gennaio 2015

Cofferati, perché non abbiamo bisogno di uno Tsipras italiano

cofferati2_675 L’uscita di Sergio Cofferati dal Partito Democratico è stata una scelta che ha restituito all’opinione pubblica, finalmente, un po’ di verità. Una decisione coraggiosa e insieme necessaria che ha smascherato l’idea di un Pd rinnovato e finalmente libero dai cascami del passato, mentre la realtà dietro le apparenze del suo leader mediatico è un’altra: un partito che […]
Società - 13 gennaio 2015

Fumo, è giusto vietarlo anche all’aperto

Ricordo ancora quando, dieci anni fa, si aprì la polemica sulla decisione del Ministero della Salute, e del governo di allora, di vietare il fumo nei luoghi pubblici. Ricordo la protesta dei gestori dei ristoranti, la levata di scudi degli antiproibizionisti, in particolare quella di Giuliano Ferrara che in nome del suo liberalismo-a-tratti alterni tuonava […]
Media & Regime - 9 gennaio 2015

Charlie Hebdo, quelle vignette vanno pubblicate per dovere di cronaca

Lascia sgomenti la decisione di alcuni giornali, come il New York Times e il Washington Post, di non pubblicare le vignette incriminate, così come la scelta della Associated Press di tagliare addirittura la copertina del giornale tenuta in mano da Charbonnier nella foto circolata in queste ore. Lascia sgomenti per due motivi: il primo, è che i direttori […]
Economia & Lobby - 26 dicembre 2014

Tito Boeri neopresidente dell’Inps: auguri e cinque domande sulla gestione separata

Dopo la presidenza di Alfio Mastrapasqua – e dopo il periodo di commissariamento sotto la guida di Tiziano Treu – finalmente l’Inps ha un vero presidente. L’economista Tito Boeri, riformista doc, da anni una delle voci più attente (e più accorate, nell’indifferenza generale) sui temi del lavoro giovanile e  dell’equità tra generazioni, oltre che raro fautore, […]
Lavoro & Precari - 23 dicembre 2014

Partite Iva: prima Renzi le colpisce, poi le ‘salva’ con lo slogan

E’ di stamattina l’annuncio del premier Renzi di un provvedimento ad hoc per le partite Iva, in particolare quelle dei professionisti e free lance. “Serve correttivo”, ha annunciato il premier a poche ore dall’approvazione della legge di Stabilità. Una legge fatta dal suo governo e che quindi avrebbe dovuto direttamente riconoscere le istanze di uno dei pochi […]
Media & Regime - 20 dicembre 2014

Raiuno, la velina sarà intelligente ma pur sempre seminuda!

Frizzi-Eredità-675 Non fatevi ingannare dall’aspetto: cosce di fuori, tette strizzate, labbra rosso fuoco, mantelline rosse e bianche da babbo nataline. Loro sono le Professoresse dell’Eredità, il quizzone più famoso di Rai 1. Lo capisci già che non sono letterine – d’altronde glielo hanno spiegato, in Rai, voi siete diverse – quando pronunciano quel sonoro “buonasera”, con un piglio […]
Società - 17 dicembre 2014

Olimpiadi 2024: una candidatura insensata come arma di distrazione di massa

C’è un altro aspetto per cui la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024 è, oltre che inopportuna, profondamente sbagliata, specie nei modi in cui è stata annunciata da Matteo Renzi. Si è dibattuto moltissimo in questi giorni, anche nei vari talk show serali, sul fatto che presentare Roma coma candidata proprio nel momento in cui […]
Donne di Fatto - 13 dicembre 2014

Disoccupazione e crisi: conseguenze amare delle mancate riforme sulla condizione femminile

Non ho cambiato né il titolo, né una parola, di questa lettera arrivata – tra le altre – qualche giorno fa. Così eloquente, sulla condizione femminile e in particolare delle madri in Italia, da non aver bisogno di altri commenti. Quello che vorrei aggiungere, invece, è un’altra cosa: questa lettera racconta le conseguenze umane concrete delle […]
Società - 6 dicembre 2014

Censis, De Rita ci fa la morale poi ‘assume’ suo figlio

Sono anni che leggo i puntuali rapporti Censis con un misto di interesse e fastidio. Interesse: perché in questi anni i rapporti sulla realtà della società italiana sono gli unici a raccontarci come stanno veramente le cose, al di là degli slogan della politica. Ma anche profondo fastidio: perché le analisi della società italiana fatte dal Censis, […]
Donne di Fatto - 1 dicembre 2014

Giornata mondiale contro l’Aids: maschio italiano, ti prego usa il condom

Ancora, anzi spesso, mi capita di sentire amiche che raccontano storie di rapporti occasionali qui e là – perfetti per aiutare la sopravvivenza, che la vita mica è tanto facile – ma sempre senza preservativo. “Lui non lo voleva” è la risposta unanime quando chiedo loro se l’odiata protezione è stata usata. Nella giornata mondiale contro l’Aids, mentre […]

•Ultima ora•

×