/ / di

Domenico De Felice Domenico De Felice

Domenico De Felice

Medico, opinionista di sanità sociale

Sono nato a Milano il 14 luglio 1954, oculista in strutture pubbliche, private accreditate e private dal 1981 sempre a Milano.Nel 2003 ho deciso di fare uno studio statistico, insieme al Politecnico di Milano, sulle possibili complicanze di un intervento oculistico. Pubblico un primo articolo su Viscochirurgia della Fabiano Editore nel settembre 2003;  poi un secondo nel settembre 2008 sulla stessa rivista, cercando di spiegare che avevo trovato un metodo nuovo di controllo sanitario, non sulle cartelle cliniche, come fanno ora i Nuclei Operativi di Controllo, ma sui pazienti. Controllo inteso non come metodo coercitivo ma come certezza di onestà. I pazienti ne hanno il diritto, i medici il dovere. Nessuno sembra accorgersene. Le Istituzioni rimangono assenti. Da lì inizia la mia “battaglia” per contribuire allo sviluppo di una sanità “sana”. Pubblico due libri (Ci sarà un futuro? Una sanità migliore in un mondo miglioreCom’è andata a finire?), mi intervista anche Report nella trasmissione del 2 maggio 2010 “La prestazione”, a Current Tv nel luglio dello stesso anno ed in altre televisioni locali lombarde. Questa nuova avventura ha come obbiettivo una visione della “sanità orizzontale” in cui i pazienti, gli operatori sanitari e le Istituzioni preposte si pongano sullo stesso piano, ognuno nel proprio ruolo, in modo da abbattere la concezione di “sanità verticale” in cui sopra sta chi può, Istituzioni, primari, medici, infermieri ecc. e sotto chi deve, i pazienti. Questi concetti si equiparano a quelli di “società orizzontale” e “società verticale” che sono il perno dell’associazione  Sulle regole di Gherardo Colombo della quale mi onoro di far parte nel gruppo sanità. “Solo chi è così folle da pensare di cambiare il mondo lo cambia davvero” (M. Gandhi)

www.sanitasana.com

Blog di Domenico De Felice

Economia & Lobby - 14 marzo 2017

Avastin-Lucentis, io non mollo e continuo a chiedere: ministra Lorenzin, a che punto è?

Da quando scrivo per questo sito ho più volte citato una delle questioni più eclatanti e irrisolte, il caso Avastin-Lucentis due farmaci oculistici prodotti dalla Novartis/Roche. Questi i fatti. L’Antitrust ha inflitto una multa per accordo di cartello alla Novartis-Roche, l’Organizzazione mondiale della sanità non ha inserito il Lucentis fra i farmaci indispensabili per la […]
Società - 17 febbraio 2017

Farmaci: ministro Lorenzin quanti devono essere i morti prima di ritirare Actos?

Ho preso spunto per titolare questo mio post dal libro scritto dalla dottoressa Irène Frachon Mediator 150mg: combien de morts? da cui prende spunto il film uscito in Italia nei giorni scorsi dal titolo 150 milligrammi. La storia di questo film, che ho visto, è sovrapponibile alla storia del Pioglitazone, il cui farmaco principe commerciale è Actos, […]
Società - 2 febbraio 2017

Sanità e acquisti centralizzati, risparmio corrisponde a qualità?

Sono esterrefatto. Ho letto con molta attenzione le oltre duecento pagine del bando “centralizzato” per i reparti di oculistica degli ospedali pubblici della regione Lombardia sul sito di Arca (Azienda Regionale Centrale Acquisti) in scadenza il 26 gennaio 2017, ora prorogato al 20 febbraio. Fermo restando che sono assolutamente d’accordo sulla centralizzazione degli ordini di […]
Società - 18 gennaio 2017

Sanità, il percorso per vivere in salute inizia dal medico di base

Ho più volte espresso, in questo mio spazio, la necessità di una riorganizzazione della medicina del territorio quale fondamento di un nuovo modo di dare salute ai cittadini. Il medico di base deve perdere quel ruolo di “trascrittore” e di “controllore” che lo stato gli ha costruito per ritornare ad avere quella figura di colloquio […]
Società - 13 gennaio 2017

Centri di accoglienza, nel 2017 saranno gestiti con più trasparenza?

I centri di accoglienza in Italia sono ormai una bomba a orologeria dovuta al sovraffollamento, alla multietnicità e a singoli soggetti che sfruttano il malessere di molti per generare violenza. In un centro di prima accoglienza a Cona, in provincia di Venezia, in cui sono ospitate persone tre volte superiori alla capienza, i migranti si sono […]
Giustizia & Impunità - 22 dicembre 2016

Roberto Formigoni condannato, quando non rispose alle mie domande in tv

Oggi mi si sono illuminati gli occhi alla notizia della condanna per corruzione nel caso Maugeri e San Raffaele di Roberto Formigoni. Nel 2012 restai allibito perché la Regione Lombardia, con presidenza “celeste“, diramò una nota in cui diffidava “chiunque dal definire uno scandalo nella sanità lombarda la vicenda che interessa la Fondazione Maugeri. Infatti la […]
Società - 20 dicembre 2016

Sanità, cosa farei se fossi io il ministro della Salute

Da qualche giorno i cittadini italiani hanno un nuovo governo costituito da un numero elevato di elementi già noti. Alla salute ritroviamo la “vecchia diplomata” signora Lorenzin, che gestisce circa il 7,5% del Pil nazionale, sempre meglio della “nuova nemmeno diplomata” signora Fedeli che gestisce gli studenti, quelli veri. Ho molto lottato in questi anni […]
Società - 16 dicembre 2016

La salute è uguale per tutti? Un bel dì vedremo

Con la crisi economica molte persone hanno difficoltà a curarsi e riducono le loro spese per la salute, mentre altre affrontano lunghi e pericolosi viaggi per mettersi in salvo da guerre e carestie. I governi vecchi e nuovi dovrebbero mettere al centro dei loro programmi proprio questo argomento che la nostra Costituzione cita all’articolo 32: “La […]
Giustizia & Impunità - 22 novembre 2016

Sanità, nella squadra della Lorenzin anche il solito Ruscitti

Nei giorni scorsi la ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha detto che con l’attuazione del fascicolo sanitario elettronico i cittadini potranno risparmiare molto in termini di tempo ed economici. Dimentica la ministra di come sia stato difficile il “parto” della tessera sanitaria regionale con spese, e non risparmio, enormi (solo in Regione Lombardia si parla […]
Giustizia & Impunità - 18 novembre 2016

Caserma Montello di Milano: è vera accoglienza?

Ho scritto nei giorni scorsi i miei dubbi sull’affidamento in gestione della caserma Montello di Milano. La caserma Montello di Milano era stata destinata a “campo base” per la Protezione Civile ma in pochi mesi il sindaco Beppe Sala, in accordo con il Prefetto, ha deciso di utilizzarla per l’accoglienza di migranti che sono cominciati ad affluire. […]
Alitalia, Montezemolo pronto a lasciare la presidenza con approvazione nuovo piano
Reddito di inclusione, un buon primo passo (in attesa del minimo garantito)

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Garantire la libertà de ilfattoquotidiano.it costa il prezzo di un cappuccino alla settimana.
Sostieni il nostro giornalismo a 60 euro l’anno o 5,99 euro al mese.

Diventa sostenitore
×