/ / di

Domenico De Felice Domenico De Felice

Domenico De Felice

Medico, opinionista di sanità sociale

Sono nato a Milano il 14 luglio 1954, oculista in strutture pubbliche, private accreditate e private dal 1981 sempre a Milano.Nel 2003 ho deciso di fare uno studio statistico, insieme al Politecnico di Milano, sulle possibili complicanze di un intervento oculistico. Pubblico un primo articolo su Viscochirurgia della Fabiano Editore nel settembre 2003;  poi un secondo nel settembre 2008 sulla stessa rivista, cercando di spiegare che avevo trovato un metodo nuovo di controllo sanitario, non sulle cartelle cliniche, come fanno ora i Nuclei Operativi di Controllo, ma sui pazienti. Controllo inteso non come metodo coercitivo ma come certezza di onestà. I pazienti ne hanno il diritto, i medici il dovere. Nessuno sembra accorgersene. Le Istituzioni rimangono assenti. Da lì inizia la mia “battaglia” per contribuire allo sviluppo di una sanità “sana”. Pubblico due libri (Ci sarà un futuro? Una sanità migliore in un mondo miglioreCom’è andata a finire?), mi intervista anche Report nella trasmissione del 2 maggio 2010 “La prestazione”, a Current Tv nel luglio dello stesso anno ed in altre televisioni locali lombarde. Questa nuova avventura ha come obbiettivo una visione della “sanità orizzontale” in cui i pazienti, gli operatori sanitari e le Istituzioni preposte si pongano sullo stesso piano, ognuno nel proprio ruolo, in modo da abbattere la concezione di “sanità verticale” in cui sopra sta chi può, Istituzioni, primari, medici, infermieri ecc. e sotto chi deve, i pazienti. Questi concetti si equiparano a quelli di “società orizzontale” e “società verticale” che sono il perno dell’associazione  Sulle regole di Gherardo Colombo della quale mi onoro di far parte nel gruppo sanità. “Solo chi è così folle da pensare di cambiare il mondo lo cambia davvero” (M. Gandhi)

www.sanitasana.com

Post di Domenico De Felice

Società - 1 settembre 2015

Regione Lombardia: vera riforma sanitaria o solita spartizione di poltrone?

Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia da oggi ha anche la delega di assessore della sanità, tolta a Mario Mantovani. Inoltre ha la delega all’assessorato al welfare perché ha spostato la sua storica protetta, Cristina Cantù, a dirigere la nuova agenzia regionale dei controlli. Negli ultimi giorni prima della pausa estiva è stata infatti approvata […]
Società - 24 agosto 2015

Farmaci: ministro Lorenzin, perché non vuole tagliare Lucentis e Actos?

Aspetto con ansia le risposte del ministro Lorenzin alle domande poste da Sabrina Giannini di Report ancora tristemente inevase. In concomitanza attendo anche le risposte del Ministero su un altro farmaco ancora tristemente in commercio che porta a complicanze mortali, non solo ad enormi esborsi per le casse dello Stato come il Lucentis che ci […]
Società - 18 agosto 2015

History Health: per non scambiare le cartelle cambiando la salute

In questo scorcio di fine estate arriva la notizia della morte di un paziente a cui avrebbero, nel Presidio Ospedaliero Andrea Tortora di Pagani, scambiato la cartella clinica. Una diagnosi di tumore su referto di un altro paziente. La prescrizione di un ciclo di chemioterapia non necessaria che abbassò le difese organiche esponendolo a complicanze […]
Società - 6 agosto 2015

Sanità: una fiducia al giorno toglie il medico di torno

In un mio post di tre anni fa scrissi del cambiamento che lo Stato provoca sul rapporto medico-paziente. Il medico di base in particolare viene posto dallo Stato come controllore a causa del fatto che non è capace, o per meglio dire, non vuole fare lui controlli appropriati. Stiamo arrivando alla “medicina di stato”. Avremo fiducia? […]
Società - 31 luglio 2015

Sanità: curare la società per curare l’individuo

medici675 Per la seconda volta mi confronto con la studentessa di medicina di Firenze Marta Tilli. Così, dopo aver affrontato l’importanza del rapporto medico-paziente, usciamo dal dualismo per esplorare come curando la società si possa anche, direttamente e indirettamente, curare l’individuo. Marta ci spiega che “nel 1848 il medico Rudolph Virchow, per risolvere una terribile epidemia di […]
Società - 28 luglio 2015

Sanità: il governo Renzi vuole tagliare ma non risparmiare

Lorenzin 675 Il governo Renzi è in cerca di soldi per poter compensare gli “annunci popolari ed elettorali” (ma siamo in campagna elettorale?) che nei giorni scorsi sono stati scritti su tutti i giornali di promessa di riduzione delle tasse. Per questo ha chiesto alla Lorenzin un taglio netto delle spese sanitarie dei cittadini. Proprio il nostro ministro della […]
Società - 23 luglio 2015

Sanità: un’estate rovente in Lombardia?

In consiglio regionale lombardo da tempo si parla di riforma sanitaria che vuol cambiare gli addendi ma sostanzialmente, se venisse applicata nell’ultima formulazione, non porta nulla di nuovo ai cittadini. L’opposizione (PD, Patto civico e M5S) ha chiesto di poter avere maggior attenzione, mentre io ho comunicato ai membri dell’opposizione che occorrerebbe istituire Unità di Controllo […]
Società - 17 luglio 2015

Sanità, il sistema in Europa e in Italia

sanità All’interno dell’Unione Europea permane la piena autonomia di scelta e gestione del proprio sistema sanitario. In Francia e Germania ad esempio si prevede il finanziamento con l’iscrizione obbligatoria all’assicurazione sanitaria, che rimborsa le spese mediche ai cittadini. In Italia invece si prevede il finanziamento in prevalenza dal gettito fiscale e organizzato in sistema sanitario nazionale. […]
Società - 15 luglio 2015

Sanità, la protezione dei dati nella società digitale

Sono sul treno di ritorno da Roma dopo l’incontro con il garante della Privacy, dott. Antonello Soro. Ho avuto modo di spiegare a lungo il mio sistema di gestione dei dati sanitari History Health. “Non avevo capito molto il meccanismo – dice Soro – ma ora mi è chiaro e semplice”. Il problema è che essendo […]
Società - 11 luglio 2015

Sanità, controllo e appropriatezza delle prestazioni

Mentre la Regione Lombardia si appresta a portare in aula la nuova riforma sanitaria, riscritta diverse volte, la Conferenza Stato Regioni ha siglato l’intesa sulle misure di razionalizzazione e di efficientamento della spesa del sistema sanitario nazionale per rispettare la riduzione del fondo sanitario 2015 di 2,352 miliardi come richiesto dal governo. Prendiamo ad esempio l’appropriatezza […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×