Un’Italia piccola piccola, annientata dalla Spagna al Bernabeu. A tratti ‘scherzata’ dalle Furie Rosse, praticamente mai partita. E addio al primo posto nel girone nella notte nera di Madrid. La qualificazione per i mondiali di Russia 2018 dovrà maturare nei prossimi mesi, ma adesso è tempo di ragionare su cosa non ha funzionato nelle scelte di Gian Piero Ventura, al netto dell’infortunio di Giorgio Chiellini che ha indebolito la Nazionale in termini di esperienza e personalità nella serata più importante in vista della Coppa del Mondo.

Il tecnico azzurro si è rifugiato nella sua certezza più antica, il 4-2-4 che tanto gli è caro, già dai tempi di Bari. Una scelta che però non ha pagato, smascherando molti dei difetti dell’Italia che proprio a centrocampo, in questo momento, con elementi come Spinazzola ha un deficit in termini di partite internazionali. Ma non finisce qui. Perché Isco, protagonista assoluto della serata, ha dominato su Verratti (impietoso sombrero e ancor più plastico tunnel…) e ‘infilato’ anche Buffon, poco reattivo sul primo gol. E poi Lorenzo Insigne, che sul quel campo aveva illuso il Napoli in Champions League lo scorso anno, e invece sabato ha sofferto (e non poco) nella posizione molto esterna, che gli ha consegnato meno efficacia offensiva e un ruolo attivo in copertura sul lato di Asensio e Carvajal. Una doppia dimensione ‘bucata’ dal napoletano.

Il ‘tradimento’ dei singoli non spiega però in toto la serataccia. La Spagna ora come ora è ad un altro livello, nonostante un anno fa agli Europei furono proprio gli azzurri ha fermare la corsa di una squadra che stava chiudendo un ciclo. Adesso però già ricominciato, a differenza dell’Italia che proprio dopo l’esperienza francese con Conte avrebbe dovuto impastare una nuova fase. Ma al momento è in mezzo al guado, sospesa tra la vecchia guardia e la nuova generazione, che ha probabilmente più talento ma in azzurro non riesce ancora ad esprimere tutto il proprio potenziale. Ventura ha ora due mesi e mezzo per fare quadrato. In fondo, è andata come tutti si aspettavano. La Spagna ha vinto il girone, l’Italia dovrà staccare il pass per la Russia agli spareggi di novembre. Con questi uomini. E magari meno malizia.