Due uomini e una donna sono morti in un incendio divampato ieri pomeriggio in un appartamento al terzo piano di un vecchio stabile nel centro storico di Cosenza. Le vittime occupavano la casa abusivamente. Nel rogo sono è andata distrutta anche la prima stampa del ‘De rerum natura iuxta propria principia’, l’opera più importante del filosofo Bernardino Telesio, insieme ad altre pergamene antiche. Al quarto piano dello stabile, sopra l’appartamento incendiato, era ospitata la biblioteca della famiglia Bilotti Ruggi D’Aragona, che con le proprie donazioni ha consentito l’apertura del Mab, il Museo all’aperto Bilotti. “È stata una tragedia annunciata, denunciata da otto anni, ma la giustizia non ha fatto nulla e oggi Cosenza piange tre vittime e perde 500 anni di storia” ha detto all’Ansa Roberto Bilotti, proprietario della storica residenza Ruggi d’Aragona e del palazzo occupato abusivamente.

Il video è stato pubblicato dal sito di news Qui Cosenza.it