Franchi tiratori? Non sono del M5s, anche perché ieri, se fossero stati dei nostri, in Commissione la votazione sarebbe saltata subito. Renzi ci accusa, ma ha capito ieri sin dall’inizio delle votazioni che lui ha diversi franchi tiratori, come la pattuglia capeggiata da Orlando. E per questo sta scaricando su di noi per coprire le mancanze del Pd“. Così a Omnibus (La7) il deputato M5s Luigi Di Maio respinge con forza le accuse della presenza di franchi tiratori nelle file pentastellate. “Io dico solo una cosa” – continua – “qui c’è la volontà di 4 forze politiche di fare una legge elettorale e poi andare a votare il prima possibile. E allora dico a Matteo Renzi: riesci a tenere i tuoi in Aula per votare questa legge elettorale? Gli chiedo questo. E non utilizzi scuse su di noi, perché noi fin dall’inizio abbiamo detto quali emendamenti avremmo votato e quali no”. E spiega: “Noi siamo contro il voto segreto, non abbiamo mai chiesto un voto segreto e non lo chiederemo. E soprattutto abbiamo chiesto che ci fosse chiarezza da parte di tutte le forze politiche che partecipano all’approvazione di questa legge elettorale. Noi vogliamo approvare questa legge elettorale. A tal punto che se anche ci dovessero essere modifiche dal testo iniziale su cui in commissione avevamo lavorato, i nostri iscritti saranno chiamati a decidere se questa legge elettorale si possa approvare e poi se decideranno per il sì l’andremo ad approvare in Aula”