Clamoroso in Honduras: è finito il regno di Samantha De Grenet. No, non stiamo parlando di una rivoluzione sandinista in Centroamerica ma, più miseramente, di quanto successo martedì sera all’Isola dei Famosi, il reality vip di Canale5 condotto da Alessia Marcuzzi.

In pratica, giusto per sintetizzare per chi non ha mai visto questa edizione del programma, la battaglia solitaria da Don Chisciotte di Raz Degan ha dato i suoi frutti: Malena, Nancy Coppola e Simone Susinna (tranquilli, non sapere di chi stiamo parlando è un punto a vostro favore) hanno infatti abbandonato il gruppone guidato dalla De Grenet e da Giulio Base e si sono schierati con l’attore e modello israeliano.

L’ennesimo plot twist in un programma che ieri sera, incredibilmente, ha regalato una puntata quantomeno decente e guardabile, sicuramente la migliore di questa edizione spompata. A lasciare l’Isola, dopo aver perso il televoto con Degan e Susinna, è stata Eva Grimaldi, adesso ospite dell’Isola dei Primitivi con l’eliminato della settimana scorsa Moreno. Esistenza, quella dell’Isola dei Primitivi, che è stata quasi spoilerata in diretta ai naufraghi da Luxuria, che non si era accorta che il collegamento con l’Honduras era aperto. I nominati di questa settimana sono Samantha De Grenet, Giulio Base e Malena.

Sono cambiate le dinamiche, sono mutati gli equilibri, con Degan che si è trasformato da appestato e reietto in eroe del gruppo. È già l’idolo del pubblico da settimane, e evidentemente anche i suoi compagni di sventura hanno capito l’aria che tira e si sono regolati di conseguenza. La regina cattiva Samantha De Grenet e il silenzioso ma spietato Gran Visir Giulio Base ora sono soli, entrambi in nomination, con ottime probabilità che a uscire la prossima settimana sia proprio uno di loro. Forse la De Grenet, oggettivamente poco simpatica ma che almeno ha il pregio di esporsi in prima persona, a differenza dell’attore e regista.

Larga parte della puntata di ieri, poi, è stata dedicata ancora una volta alla storia tra Raz Degan e Paola Barale (ospite dell’Isola per una notte la settimana scorsa), con addirittura una serie di contributi filmati sapientemente dosati durante la lunghissima puntata, a dimostrazione che la Barale ha dato una grossa mano a tenere vivo l’interesse attorno a un programma che ormai ne ha sempre meno.

E gli ascolti reggono, in effetti, visto che anche ieri i telespettatori sono stati più di 4 milioni, con uno share del 21,01%. La sfida con la fiction di RaiUno “Un passo dal cielo” è stata persa (5,7 milioni, 24,53% di share), ma Marcuzzi, autori e dirigenti Mediaset farebbero bene a gioire comunque, perché si tratta di un dato persino troppo alto per un format stanco che ha ormai poco da dire e da offrire.

Ieri sera è andata meglio, dicevamo, solo perché finalmente è successo qualcosa nel gruppo di “morti di fama”, qualche dinamica del gioco si è risvegliata, è arrivata in Honduras la madre di Malena per una breve ma commovente sorpresa alla pornoattrice scoperta da Rocco Siffredi. Anche Alessia Marcuzzi è sembrata più in forma, finalmente spigliata e disinvolta, memore delle sue doti principali che sono proprio un certo atteggiamento scanzonato e una genuinità che molte sue colleghe non hanno.

Beninteso, l’Isola dei Famosi resta un format-zombie che si trascina stancamente ignorando di essere già morto, ma ieri sera, finalmente, la maratona insostenibile fino all’una di notte ha offerto qualche spunto minimamente interessante. A meno di nuovi plot twist clamorosi, Raz Degan sembra avere la strada spianata verso la vittoria, spinto dai boati del pubblico in studio e dall’evidente benevolenza di Marcuzzi e Luxuria. Ma questo è un particolare che interessa poco e niente. L’importante, a questo punto, è arrivare alla fine, da spettatori, e restare ancora vivi senza morire di noia.