Romano, si svegli. Schiena dritta. Dia un segnale e dica che i senatori Pd hanno sbagliato nella vicenda Minzolini. Non è questione di libertà di coscienza nel voto. Vi state suicidando di fronte agli occhi degli italiani“. E’ il duro monito pronunciato a L’Aria che Tira (La7) dal direttore de ilfattoquotidiano.it, Peter Gomez, nei confronti del deputato Pd, Andrea Romano. Il giornalista spiega: “Riguardo a Minzolini, il Parlamento votava se sussistevano le condizioni per la decadenza dal suo mandato di senatore. La legge Severino su questo punto è chiarissima: chiunque sia stato condannato definitivamente a più di due anni di reclusione non ha più le caratteristiche per stare in Parlamento. E non perché sia una punizione nei suoi confronti, ma per garantire agli occhi dei cittadini l’onorabilità della istituzione“. E aggiunge: “Adesso molti elettori pensano davvero che i politici siano tutti uguali. Magari sbagliano, ma la reputazione è una cosa importante nella vita, non ha a che fare direttamente con le leggi, ma coi comportamenti e anche con le scelte difficili. A volte è difficile prendere le distanze da una persona che consideri un tuo amico, ma lo devi fare per un bene superiore che è quello della democrazia e dell’integrità delle istituzioni agli occhi dei cittadini”. Gomez sottolinea la difformità del voto del Pd nel caso di Berlusconi e in quello di Minzolini: “Almeno da parte di Forza Italia c’è stato un filo di coerenza. Ma per Berlusconi il Pd non aveva lasciato libertà di coscienza nel voto. Al contrario, aveva detto che la legge Severino andava applicata. E vedendo questo comportamento, penso: visti i risultati elettorali, non è che nel prossimo Parlamento saremo obbligati ad avere un governo di grande coalizione e quindi con la vicenda Minzolini bisognava dare un segnale? Non sarà per caso che ci sono altri parlamentari che rubano e che sono abituati a rubare sulle nostre spese e allora non sono in grado di intervenire?”