In un evento tenutosi a Tokyo questa mattina, Nintendo ha reso disponibili maggiori dettagli sullo Switch e sui titoli che animeranno la nuova console 2 in 1. Innanzitutto il Nintendo Switch sarà disponibile a partire dal 3 Marzo 2017 al prezzo di 299$ ( 329,99€ su alcuni store italiani) in una confezione composta dalla console, la docking station, cavi ed i due nuovi controller Joy-Con insieme ad un Joy-Con Grip a cui agganciarli per ottenere un controller “tradizionale”.

La console è dotata di uno schermo multitouch da 6,2″ con risoluzione HD (1280×720), 32GB di memoria (espandibili tramite microSD), WiFi ed una batteria in grado di garantire tra le 2,5 e le 6 ore di gioco a seconda del titolo in uso, ricaricabile anche in modalità tramite il connettore USB Type-C. Il Nintendo Switch permette 3 modalità di gioco: TV (inserita nella dock), Table-Top (utilizzando il supporto integrato) e mobile. La coppia di controller Joy-Con in dotazione rappresentano l’ultimo step evolutivo dei joypad della casa del Sol Levante, integrando al loro interno il supporto NFC per gli Amiibo oltre alle funzionalità del celebre WiiMote ed un nuovo sistema di force-feedback, e sono utilizzabili in molteplici configurazioni sia per giocatore singolo, sostituendo il joypad tradizionale se agganciati a console e Joy-Con Grip o la coppia WiiMote e Nunchuk una volta sganciati, sia per una coppia di player, utilizzandone uno l’uno, fungendo in questo caso entrambi da mini-joypad o da WiiMote.

Il multiplayer non si limita però alla singola coppia di Joy-Con, infatti sarà possibile , a seconda dei titoli, utilizzare fino ad 8 controller per singola console, collegare in una rete locale fino ad 8 console oppure giocare online tramite i servizi dedicati di Nintendo. I servizi online saranno in prova gratuita fino all’autuno 2017, dopodichè sarà necessario effettuare un abbonamento mensile che darà accesso oltre al multiplayer anche ad un servizio di chat vocale, offerte speciali e la possibilità di provare mensilmente un titolo NES o SNES diverso, lasciando ad accesso gratuito solamente lo shop online e le funzionalità “social”.

I giochi saranno resi disponibili tramite delle apposite cartucce (nessun cenno ad acquisti digitali ma non possiamo escluderli), e rispetto al passato Nintendo dovrebbe ricevere un maggiore supporto dagli sviluppatori di terze parti, rendendo più appetibile la console anche a coloro non strettamente interessati ai titoli sviluppati dal produttore stesso. Tra i titoli in arrivo -ne sarebbero in sviluppo oltre 80- il più atteso è senz’altro “The Legend of Zelda: Breath of the Wild“, il 19° titolo della saga, che seguirà le avventure di Link per la prima volta in alta definizione e sarà disponibile a partire dal 3 Marzo per Nintendo Switch e Wii-U. Lo stesso giorno sarà disponibile anche  “1 2 Switch”, un titolo sviluppato per sfide a 2 giocatori che mette in mostra le capacità dei Joy-Con, in modo simile a quanto fatto in passato con Wii Sports per il WiiMote.

Nei mesi a seguire, oltre che i titoli Nintendo come Mario Kart 8 Deluxe (28 Aprile) e Splatoon2 (estate), arriveranno anche Skyrim (autunno), Fifa, NBA2k18, Minecraft, Steep, Super Bomberman R (primavera), Dragon Ball Xenoverse 2 e una serie di titoli dedicati a Sonic, il riccio portabandiera della un tempo nemica SEGA. Ci sarà da attendere un po di più per Super Mario Odissey,  infatti la nuova avventura dell’idraulico più famoso del mondo, che lo porterà ad esplorare nuovi mondi tridimensionali -insieme ad un inquietante nuovo berretto- nel tentativo di salvare la sua principessa , non arriverà prima delle prossime festività natalizie.

In un’era in cui Sony e Microsoft puntano al  4k con le proprie rispettive console, basteranno le portabilità e le modalità di gioco esclusive insieme ai titolo esclusivi di Nintendo a far accettare ai clienti, a parità di prezzo, le risoluzioni inferiori dello Switch?