“Nessuna discontinuità tra la giunta di Formigoni e quella di Maroni”. È l’accusa del segretario lombardo del Pd Alessandro Alfieri e della capogruppo del M5S in consiglio regionale Iolanda Nanni, dopo la condanna in primo grado a sei anni del Celeste per corruzione a seguito degli scandali che hanno colpito la sanità lombarda. Entrambi ricordano infatti che oggi a processo Mario Mantovani, ex assessore alla Salute e vice di Maroni, mentre il leghista Fabio Rizzi, ex presidente della commissione Sanità del Pirellone, ha patteggiato due anni e mezzo di pena.