“Nessuna discontinuità tra la giunta di Formigoni e quella di Maroni”. È l’accusa del segretario lombardo del Pd Alessandro Alfieri e della capogruppo del M5S in consiglio regionale Iolanda Nanni, dopo la condanna in primo grado a sei anni del Celeste per corruzione a seguito degli scandali che hanno colpito la sanità lombarda. Entrambi ricordano infatti che oggi a processo Mario Mantovani, ex assessore alla Salute e vice di Maroni, mentre il leghista Fabio Rizzi, ex presidente della commissione Sanità del Pirellone, ha patteggiato due anni e mezzo di pena.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Formigoni, Cattaneo (presidente del consiglio regionale): “È un galantuomo”. E al Pirellone si brinda al Natale

next
Articolo Successivo

Berlusconi: “Siamo per il reddito di cittadinanza come il M5s: cittadini poveri sopravvivono solo con la carità”

next