La ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli corre ai ripari e tenta di smorzare le polemiche scoppiate nelle ultime ore sul suo titolo di studio. La voce del curriculum “diploma di laurea in Scienze sociali” è stata infatti modificata in “diploma per assistenti sociali”.

All’ex sindacalista era stato proprio contestato di aver mentito sulla sua laurea. Sul suo sito ufficiale, nella sezione “Chi sono“, era scritto: “Finite le scuole mi sono trasferita a Milano dove ho conseguito il diploma di laurea in Scienze Sociali, presso Unsas (Scuola per assistenti sociali, ndr)”. Oggi, il sito è stato aggiornato scrivendo “dove ho conseguito il diploma per assistenti sociali, presso Unsas”.

A sollevare per primo il caso era stato ieri il giornalista e ideatore del movimento “No gender nelle scuole – Popolo della famiglia” Mario Adinolfi sul suo profilo Facebook. Subito erano iniziati i commenti e le critiche sui social.

Dall’entourage del ministro, facevano sapere che quello che Valeria Fedeli aveva conseguito nel lontano 1971 era una sorta di post-diploma, quella che oggi sarebbe una laurea triennale. Ma le lauree triennali sono state istituite parecchi anni dopo, quindi non di laurea breve si trattava bensì di semplice diploma. Come oggi certifica – solo dopo le polemiche – il sito ufficiale della neoministra dell’Istruzione.