Un generale dei marines a capo del ministero dell’Interno. Donald Trump avrebbe scelto: a guidare l’Homeland Security, il dipartimento per la Sicurezza interna, sarà il generale dei marine John Kelly. Lo rende noto la Cbs citando fonti vicine al transition team del presidente eletto.

In un’intervista telefonica con la Nbc, il presidente eletto ha detto di aver parlato con Barack Obama di “alcune persone” che avrebbe nominato per la sua futura amministrazione e ha preso i suoi consigli “molto seriamente“. “Mi piace davvero. Credo che esista una buona chimica tra di noi”, ha affermato Trump riguarda al capo della Casa Bianca uscente, il quale “ama il suo Paese, vuole fare il meglio per il suo Paese”, anche se “siamo in disaccordo sulle misure politiche”.

Trump ha sottolineato di non aver mai parlato con Obama fino all’incontro avvenuto alla Casa Bianca dopo le elezioni presidenziali, ma ha ribadito che il dialogo con lui è “molto buono”. Durante la campagna elettorale, Obama aveva criticato aspramente il magnate accusandolo di non essere “preparato” per assumere l’incarico di presidente degli Usa visto che, ha dichiarato il presidente uscente, “non sembra avere una conoscenza di base dei temi fondamentali” della politica statunitense.