Hanno scritto che Micheal Schumacher è tornato a camminare. Una notizia completamente falsa. Ed è per questo motivo che il legale dell’ex pilota, Felix Damn, ha deciso di querelare la rivista tedesca Bunt. Il giornale, infatti, ha pubblicato un servizio di copertina in cui sostiene che l’ex campione di Formula Uno ha ripreso a muoversi sulle sue gambe. “Non è vero, non può camminare, non è in grado di stare in piedi neanche con l’aiuto dei terapeuti” ha affermato Damn in un aula di tribunale in Germania.

A sostegno della sua tesi, la rivista tedesca ha diffuso un commento attribuito a un amico di Schumacher, rimasto anonimo, che ha affermato: “Micheal è molto magro, ma riesce a fare un paio di passi e ad alzare anche un braccio”. Il legale ha chiesto il diritto alla privacy dell’ex pilota di Formula Uno. Sulla vicenda erano arrivate anche le parole della manager del pilota tedesco Sabine Kehm: “Purtroppo, siamo costretti a chiarire che le affermazioni che Michael riesce a muoversi di nuovo, non sono vere. Tali speculazioni sono irresponsabili, perché data la gravità delle sue condizioni, la privacy è molto importante per Michael. Purtroppo così si danno anche false speranze a molte persone coinvolte”.

Il sette volte campione del mondo era rimasto vittima di un incidente nel 2013 quando in vacanza con la famiglia a Meribel sulle Alpi francesi era caduto fuori pista sbattendo la testa su una roccia. Dopo essere stato sei mesi in coma farmacologico nell’ospedale a Grenoble, era stato trasferito a Losanna. Attualmente riceve le cure nella sua abitazione in Svizzera.