“Abbiate rispetto… ma tanto è inutile”. Alex Schwazer è sotto choc quello che incrociamo in un bar situato di fronte all’hotel di Rio de Janeiro dove l’atleta altoatesino alloggia e dove, fino a poco prima, il professor Sandro Donati aveva tenuto una conferenza stampa per commentare la dura sentenza del Tas che ha di fatto sancito la fine della carriera agonistica di Schwazer infliggendogli 8 anni di squalifica. Il marciatore non ha voluto rilasciare dichiarazioni