Non si sa da quanto tempo sono lì. Né come sono morti. Né il loro sesso. I cadaveri di otto neonati sono stati trovati in una casa di Wallenfels (Germania), una cittadina di 2.800 abitanti a 276 chilometri a nord di Monaco di Baviera. Gli inquirenti stanno cercando una donna, la ex compagna 45enne di uno degli uomini che abitava nella palazzina a due piani dove è avvenuto il ritrovamento nel pomeriggio di giovedì 12 novembre. La “potenziale madre” delle vittime avrebbe lasciato lo stabile a fine settembre scorso. Del caso si sta occupando la Kripo, la Polizia criminale, assieme alla Procura di Coburg che vuole sentire la 45enne in attesa degli esiti delle autopsie cominciate questa mattina. I primi risultati sono attesi per la prossima settimana. Il sindaco del paese, Jens Korn, si è detto “senza parole” a nome di una piccola comunità dove “tutti conoscono tutti”. E ha aggiunto: “Avremmo potuto fare qualcosa? Avremmo potuto aiutare? Avremmo potuto evitarlo?”.

Le indagini sembrano puntare verso la donna che non risiede più nel paese, ma che avrebbe confessato durante una lite “di avere nascosto cadaveri in casa”. La scoperta è avvenuta casualmente, mentre una delle famiglie che abita nella palazzina stava facendo ordine in uno dei locali. “Non diremo mai ciò che abbiamo visto”, ha riferito alla Bild Zeitung una donna che abita nella palazzina. I corpi – il cui stato è stato definito “pessimo” – sarebbero stati rinvenuti in una scatola. Il primo ad analizzarli è stato il medico del Pronto Soccorso chiamato dalla famiglia che aveva scoperto i neonati.

Un vicino ha raccontato i dettagli di quella che potrebbe presto venire ribattezzata come la casa degli orrori. Una casa di un paese della Baviera “profonda”, dove tutto funziona, dove regna la piena occupazione e dove al di là di qualche birra di troppo non sembrano essere tollerate altre “deviazioni”. Nella casa la donna avrebbe vissuto per 18 anni assieme a quello che è ormai l’ex compagno.

Un testimone alla stampa locale ha raccontato di diversi aborti avuti dalla 45enne. La coppia – 55 anni lui – sarebbe stata bene integrata e non avrebbe mai suscitato attenzioni particolari, nemmeno sul fronte economico. Sia la donna che l’uomo avevano già un matrimonio alle spalle, entrambi con due figli. Altri tre bambini (fra i quali due gemelli) sono nati dalla nuova relazione. Durante l’estate, la donna lavorava come aiutante presso la piscina e sarebbe sempre stata amichevole e gentile con i bambini. Sempre secondo le testimonianze raccolte dai media, negli ultimi tempi tra la 45enne ed il compagno ci sarebbero stati diversi litigi. Nel corso di uno di questi, la donna, ubriaca, avrebbe confessato all’uomo di aver nascosto dei cadaveri di neonati in casa.