Il formaggio crea dipendenza come la droga. A sostenerlo sono alcuni scienziati dell’University of Michigan che hanno pubblicato uno studio sulla rivista US National Library of Medicine.

Secondo gli esperti, la responsabile di questo effetto è la caseina che viene scissa durante la digestione e rilascia una serie di oppiacei, le casomorfine. Dopo l’allarme dell’Organizzazione mondiale della sanità che ha inserito le carni trattate fra i cancerogeni, ecco un altro studio che riguarda l’alimentazione, anche se le due questioni sono molto diverse tra loro. I ricercatori dell’università statunitense hanno scoperto che la caseina agisce sui recettori oppioidi del cervello, rendendo mozzarelle, parmigiani, taleggi tra i cibi più desiderati.

La dipendenza causata dal cibo non può comunque essere comparata a quella delle sostanze tossicodipendenti. Dalla ricerca emerge inoltre che i grassi sono correlati a problemi di dipendenza da cibo. “I grassi sono collegati a dipendenze da cibo per tutti, anche nei casi in cui questo non costituisce una malattia”, ha detto l’autrice dello studio Erica Schulte.