Mattia Destro è stato presentato dal Bologna e dovrà essere lui a guidare alla salvezza, con le sue reti, la formazione del presidente americano Joey Saputo. “Superare il mio record di 13 gol (realizzati con la Roma nella stagione 2013-2014) – ha detto il giocatore – e poter tornare in nazionale”. Ecco gli obiettivi del nuovo attaccante bolognese reduce da una stagione poco brillante tra i giallorossi e il Milan.

L’attaccante marchigiano, che ha firmato un contratto quinquennale, ha scelto la maglia numero dieci, pesante anche dal punto di vista carismatico: “Un numero che mi affascina e che non ho mai indossato in carriera. Mi sento pronto a fare il leader, in carriera sono sempre stato uno che si è preso le responsabilità nel bene e nel male”.

Nella stagione che porta agli Europei in Francia, l’ex centravanti del Siena ha voglia di fare bene anche per provare a convincere il ct Antonio Conte a dargli una chance in azzurro. “Per come sono fatto, le ipotesi straniere erano in secondo piano: vorrei far bene in Italia ed affermarmi qui, poi in futuro se ci saranno opportunità all’estero vedremo. Bologna – ha spiegato Destro – è una piazza importante che ha voglia di crescere”.

Nel giorno della presentazione della presentazione del nuovo numero 10, il Bologna ha anche ufficializzato l’arrivo di Godfred Donsah, interessante centrocampista del Cagliari su cui c’erano anche Napoli e Juventus. “Il Bologna Fc 1909 comunica di avere acquisito dal Cagliari Calcio il diritto alle prestazioni sportive del centrocampista Donsah a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2016, con obbligo di riscatto”, recita la nota del club felsineo.