Tania Cagnotto ha conquistato la medaglia di bronzo nella finale trampolino 3 metri femminile ai Mondiali di tuffi di Kazan, in Russia. L’azzurra, alla nona medaglia mondiale, ha chiuso a 356.15 punti alle spalle di due atlete cinesi. L’oro va a Shi Tingmao, 383.55 punti, seguita dalla connazionale He Zi, 377.45. “Questo è sicuramente il mio più bel mondiale”, ha detto l’atleta italiana che pochi giorni fa aveva vinto l’oro nel trampolino da 1 metro. “Ho fatto una bella gara, ho pensato solo a fare un bel punteggio invece di pensare alla medaglia che mi ha un po’ regalato, in questi giorni si vede che ho una stella che mi protegge”.  Il 2 agosto Cagnotto avrà l’ultima gara, quella del sincro misto. “Ho ancora un po’ di energia e spero di fare ancora una bella gara, mi divertirò perché sarà l’ultima, la prenderò serenamente”.

Cagnotto precede l’australiana Qin Esther, quarta (347,20), e le canadesi Pamela Ware (332,40) e Jennifer Abel (331,50). Una medaglia conquistata all’ultimo salto, quello del sorpasso, con il doppio e mezzo rovesciato carpiato da 78 punti rispetto ai 40,50 di Abel fino a quel momento saldamente al terzo posto e a un certo punto della finale perfino tra le cinesi.

La gara è stata regolare, con Cagnotto al quarto posto nei primi tre round. Poi la sbavatura in entrata nel triplo e mezzo chiuso con 66.65. Li ne ha approfittato l’australiana Qin che ha effettuato il sorpasso, mentre il podio della Abel, canadese colored di origine haitiana ritornata sul podio mondiale da 3 metri come a Shanghai 2011, era lontano ormai dodici punti.