/ /

Mitsubishi L200, a Ginevra la nuova serie. Da cui nascerà il pick-up Fiat Professional

di | 28 febbraio 2015
Mitsubishi L200, a Ginevra la nuova serie. Da cui nascerà il pick-up Fiat Professional
Foto del giorno

Nuova generazione per il pick-up della Mitsubishi, già in vendita in Thailandia, e ora pronto al debutto europeo al Salone di Ginevra 2015. Lungo 4,49 metri, spinto da un turbodiesel di 2.4 litri da 180 CV, l'L200 è disponibile anche con trazione integrale settabile su quattro diversi condizioni stradali. Sarà venduto globalmente in 150 mercati e sulla sua base la Mitsubishi dovrebbe costruire un pick-up il Lingotto: lo scorso novembre, l'allora gruppo Fiat aveva firmato memorandum d’intesa non vincolante con la casa giapponese “relativo alla possibilità di sviluppare e produrre un pickup medio, fornito da Mitsubishi e basato sulla prossima generazione dell'L200”. Il modello, più grande dello Strada, potrebbe avere marchio Fiat Professional e sarebbe atteso per il 2016. In Nordamerica il neonato gruppo FCA commercializza già pick-up Dodge e Ram; il cugino dell'L200 dovrebbe essere destinato all'Europa e all'America Latina.

Auto dell’anno 2015: è la Volkswagen Passat

»
Articolo Successivo

Nissan Sway, a Ginevra un assaggio della prossima (più sportiva) Micra

«
Articolo Precedente

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×