La Mokka è il terzo modello Opel di maggior successo in Italia, dopo la Corsa e l’Astra, e in Italia è stata ordinata in 50.000 esemplari dal lancio, nel 2012. Perché è una Suv, il che oggi è già di per sé un fattore di successo, e perché è un’auto che incarna il giusto compromesso in molti campi. Ha una misura “giusta” – 4,28 metri di lunghezza, una via di mezzo fra una Juke e una Qashqai – e adesso ha anche un motore “giusto”, come cilindrata e potenza: in questa fase dell’evoluzione tecnologica, sembra che 1.5-1.6 litri sia la taglia ideale per i motori diesel sulle piccole Suv, come dimostrano le concorrenti Renault Captur e Fiat 500X.

Il 1.6 TDCI da 136 CV, Euro 6, sostituisce il vecchio 1.7 con alcuni cavalli in più e un’erogazione più morbida e silenziosa. Abbiamo guidato la Mokka col nuovo 1.600 sulle tortuose strade intorno a Dublino, in Irlanda. L’abbiamo trovato bello “pieno” anche ai bassi regimi, e non ci ha dato pensieri in autostrada e sulle salite. L’abbinamento con il cambio a sei marce permette di cavarsi d’impaccio senza problemi nei sorpassi: insomma, il motore giusto per questo modello. La silenziosità del 1.6 CDTI è soddisfacente: la Opel parla addirittura del motore come del “whisper diesel”, il diesel che sussurra, in confronto al vecchio 1.7 che, per stessa ammissione della casa, era “ruvido e rumoroso”.

Opel Mokka prova posteriore

Il 1.6 CDTI – così come il nuovo 2.0 CDTI da 170 CV montato sull’ammiraglia Insignia – è stato sviluppato al centro GM Powertrain di Torino, responsabile di tutti i motori diesel del gruppo General Motors, in collaborazioni con i poli tedeschi e americani. I due propulsori fanno parte del piano di Opel di portare sul mercato 27 modelli e 17 motori (fra novità e aggiornamenti) negli anni 2014-2018.

I tecnici Opel non hanno lesinato sul contenuto meccanico, dunque, ma sui materiali usati negli interni sì: le plastiche dure abbondano, e alla simil-pelle di alcuni allestimenti è decisamente meglio scegliere i rivestimenti in tessuto. E poi rimane il punto debole dei tasti sulla plancia, che sono una miriade e tutti di dimensioni simili, così che per cambiare stazione radio di rischia di alzare la temperatura del clima. Altro aspetto discutibile è l’assetto rigido, necessario per tenere bene piatta in curva un’auto dal baricentro alto, che però trasmette alla schiena e sulle gambe tutte le vibrazioni dell’asfalto, soprattutto con le gommature più sportive (il modello provato aveva cerchi da 17”). La Mokka, anche se la cava bene anche in montagna e in autostrada, trova il suo habitat ideale in città, grazie alla posizione di guida rialzata e alle sue cinque porte, adatte a fare scendere e salire comodamente tutti i membri della tribù.

Opel Mokka Interior

Opel Mokka 1.6 CDTI – la scheda

Che cos’è: è la piccola Suv Opel equipaggiata con il nuovo motore turbodiesel, che sostituisce il vecchio 1.7 CDTI. In Italia, il 50% delle Mokka acquistate va a gasolio, il 30% a benzina e il 20% a Gpl
Che cosa cambia: nel motore, tutto, poiché è stato ridisegnato da zero, con blocco motore in alluminio invece che in ghisa. Come nelle altre applicazioni (su Zafira, Meriva, Astra) si distingue dal vecchio 1.7, più ruvido e rumoso, per la silenziosità e il contenimento dei consumi. Ha 136 CV e 320 Nm di coppia (invece dei 130 CV e 300 Nm del vecchio 1.7) ed è omologato Euro 6 (ha il filtro per il trattamento degli ossidi di azoto NOx integrato nello stesso “canning” del filtro antiparticolato)
Principali concorrenti: Renault Captur, Nissan Juke, Fiat 500X, Jeep Renegade
Nuovo motore: quattro cilindri 1.6 CDTI da 136 CV abbinato a cambio manuale a sei marce
Consumo: la Mokka 1.6 CDTI è omologata per consuli di 4,1 litri/100 km ed emissioni di CO2 di 109 g/km
Altri motori disponibili per la Mokka: 1.6 benzina da 115 CV, 1.4 turbo da 140 CV (anche bifuel benzina-Gpl, qui la prova del Fatto.it)
Trazione: anteriore o integrale
Piace: la Mokka ha una misura “giusta”, spaziosa ma non troppo ingombrante; ora ha anche un motore della giusta dimensione e potenza
Non convince: plancia troppo affollata di tasti e comandi; plastiche e rivestimenti bruttini
Produzione: il 1.6 CDTI è prodotto in Ungheria. L’auto in Corea e in Spagna
In vendita: da marzo
Prezzi della Mokka 1.6 diesel: da 24.350 euro, ossia circa 600 euro in più rispetto al vecchio diesel

Opel Mokka Irlanda