Lieve calo per il Pd, che rimane comunque sopra il 40%, ma un punto percentuale in più per il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che, dopo l’approvazione del Jobs Act al Senato, giovedì, ha visto crescere la fiducia degli elettori dal 49% al 50%. Per il 51% degli intervistati, il premier esce più forte dal “sì” sulla riforma del lavoro, mentre il restante 49% prevede un’indebolimento della sua leadership, conseguenza della mancanza di collaborazione con i sindacati. È questa la fotografia del paese secondo i dati elaborati dall’Istituto Ixè per Agorà

Focus sul M5S: incide meno in Parlamento. La rilevazione si occupa inoltre del M5S, che proprio oggi dà il via al raduno al Circo Massimo. Secondo il 57% degli elettori pentastellati intervistati, rispetto a quando è entrato in Parlamento, il Movimento incide meno in politica. Se si guarda l’opinione dell’intero campione di persone interpellate, si vede che questa opinione è ancora più diffusa (69%). La disaffezione nei confronti del M5S, che ha sempre riempito le piazze in occasione dei comizi tenuti da Beppe Grillo, si manifesta anche in quel 79% di elettori che hanno dichiarato di non partecipare all’incontro di Roma.

Invariata la fiducia nei confronti dei leader. Per quanto riguarda la fiducia sondata rispetto agli altri leader politici, rimane invariato il dato su Grillo (21%), Salvini (20%), Berlusconi (16%) e Alfano (13%). Anche per quanto riguarda il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, non si registrano grandi variazioni, con un 39% di consensi. Soltanto Renzi guadagna un punto percentuale arrivando alla soglia del 50%. Questa spinta in avanti, secondo il 51% degli intervistati, è dovuta alla fiducia ottenuta al Senato riguardo al Jobs Act.

Intenzioni di voto. Questo il quadro delle intenzioni di voto (tra parentesi lo scostamento percentuale rispetto alla scorsa settimana): – Pd 39,9% (-0,3). – M5S 21,3% (+0.5). – Fi 15,4% (-0,3). – Lega Nord 8,0% ( – ). – Fdi -An 3,1% (-0,1). – Sel 2,6% (+0,1). – Ncd 2,4% (+0,2). – Udc 1,9% (+0,5). – Prc 1,4% (+0,1). – Sc 0,9% (-0,1).