Il Fatto Quotidiano è la seconda testata giornalistica italiana (carta + web) sui social network e oggi raggiunge un grande traguardo, un milione e mezzo di iscritti alla pagina Facebook. Prima di noi c’è solo la Repubblica. In 5 anni abbiamo costruito una comunità che conta milioni di iscritti. Nell’ultimo anno la fonte di traffico da Facebook è salita dal 16% al 24% in un trend di crescita di tutto il sito. Non solo: crescono anche le interazioni con gli utenti, le segnalazioni di notizie, fatti, eventi e la verifica di questa mole di messaggi comporta sempre più tempo e attenzione.

I nostri canali ufficiali vengono costantemente aggiornati 24 ore su 24 al pari del sito. Eccoli:
1) La pagina Facebook, perno centrale del comparto social,  nata nell’estate del 2009 in seguito all’annuncio della nascita del giornale, conta da oggi 1.500.000 di iscritti. Un dato di una certa rilevanza in considerazione del fatto che un terzo degli iscritti è arrivato nell’ultimo anno: nei primi giorni di settembre 2013 festeggiavamo il milione di fan dalla Festa della Versiliana.

2) Il canale Twitter: se  il primo tweet risale al 30 giugno 2009, oggi sono quasi 800mila le persone che hanno deciso di ricevere i nostri aggiornamenti. La politica, la giustizia, ma anche l’attualità e la cronaca sono i principali temi trattati. Al canale ufficiale se ne aggiungeranno presto altri: Il Fatto Live (per gli eventi in corso e i live blogging) e Il Fatto Blog, dove verranno veicolate le opinioni e gli editoriali dei nostri oltre 1000 blogger.

3) La pagina Google plus, conta 176mila follower, gli aggiornamenti sono dedicati sopratutto agli avvenimenti di politica e giustizia, ma anche ai temi d’attualità che emergono dalla Rete, oltre alla tecnologia e alla scienza.

4) L’ultimo nato è Storify, il social network che crea storie attraverso la voce degli stessi lettori. Qui potrete leggere le ultime storie create negli ultimi mesi: dai mondiali di calcio alla politica, dai fenomeni di costume agli eventi catastrofici raccontati sui social, dalle proteste della rete agli epic fail.

5) Sono 163 mila invece gli iscritti al nostro canale video Youtube: una crescita massiccia, considerato che meno di un anno fa abbiamo ricevuto il premio Targa d’Argento per aver superato i 100 mila iscritti.