Il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, accompagnato da una delegazione di  parlamentari del Carroccio e dal comitato promotore, ha depositato circa 3 milioni firme in Cassazione per convalidare i cinque quesiti referendari per abolire la legge Fornero sulle pensioni, la legge Merlin che vieta le case da prostituzione, le prefetture, la legge Mancino che punisce la discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi e per vietare i concorsi pubblici agli stranieri. “La legge Mancino – dice Salvini – mette in galera le idee”. Secondo il segretario della Lega Nord un’idea razzista non va processata. “Le idee – spiega – vanno combattute con altre idee, non con le manette. Qualunque idea va rispettata, anche se nazifascista o razzista”. Dello stesso parere il vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli: “Il problema è la libertà di pensiero e i reati di opinione – ribadisce – indipendentemente da quali siano i presupposti”  di Paola Mentuccia