Per molti anni sono state il simbolo di Striscia la notizia: gambe lunghissime, visi truccati, costumi succinti. Eppure, dopo quasi 25 anni di onorata carriera, il tempo delle veline potrebbe essersi concluso. Secondo le indiscrezioni pubblicate da Dagospia, infatti, il patron Antonio Ricci starebbe valutando la possibilità di dare un nuovo look al telegiornale satirico più famoso d’Italia: introdurre sul celebre bancone di Striscia dei ballerini. “I velini”, insomma, successori avvenenti delle famose vallette che della tv moderna hanno rappresentato uno dei tanti volti, ragazzi giovani dal fisico prestante destinati, forse, ad accompagnare una conduzione tutta al femminile.

Quel modello oggi potrebbe essere rottamato, sacrificato alle rigide regole dell’audience. I velini potrebbero sostituire le giovani bionde e more che per anni hanno intrattenuto il pubblico di Striscia e, a quanto pare – altra rivoluzione – saranno le donne, questa volta, a succedere agli uomini sugli scranni del telegiornale di Ricci. Chi? Al momento le voci sono tutte da confermare, ma i nomi più quotati sono quelli di Michelle Hunziker, già nota al pubblico del programma per aver affiancato, in passato, Ezio Greggio – che potrebbe tornare a gennaio, anche se, di nuovo, non ci sono conferme sul suo rientro in trasmissione – della conduttrice e comica Virginia Raffaele e della showgirl Belen Rodriguez.

A poche settimane dall’inizio della nuova edizione le voci non sono ancora confermate, ma c’è già chi parla di rivoluzione. Perché con le veline, introdotte nel programma nel 1988 in qualità di addette alla consegna delle notizie, denominate ‘veline’ appunto, scomparirebbe, almeno apparentemente, un “modello” di donna. O almeno il suo simbolo. Quella sorridente e silenziosa che si accosta al conduttore di una trasmissione, rigorosamente maschile, con l’unico scopo di deliziare il pubblico con la propria avvenenza. Quella che oggi rappresenta un ideale per milioni di adolescenti, che vedono nel bancone dipinto a strada di città la chiave per il successo televisivo, per la fama, per la celebrità. Un modello che sembra piacere sempre meno, almeno secondo quanto riportano i dati relativi all’audience delle più storiche trasmissioni televisive, e la fine di Miss Italia, per esempio, sembrerebbe testimoniarlo. E forse è stato questo trend a indurre il patron Antonio Ricci a cambiare strada.

Negli anni, di Veline a Striscia se ne sono succedute ben 43, se non si contano le giovani che hanno partecipato a più di una stagione del programma, come Terry Sessa, Simonetta Pravettoni e Cecilia Belli. Le prime a calcare la scena di Canale 5 al fianco di Ezio Greggio e Gianfranco D’Angelo, già affiatati grazie all’esperienza Drive In, furono Cristina Prevosti, Stefania Dall’Olio, Eliette Mariangelo e Micaela Verdiani, il quartetto d’esordio, rivisto nel 1989 e affiancato dalle ‘infermiere’ nel 1990. Poi, la lista è lunga: tra le più celebri figurano Laura Freddi e Miriana Trevisan, valletta anche di Mike Bongiorno alla Ruota della fortuna, Alessia Merz, Elisabetta Canalis, Maddalena Corvaglia, e ancora la mora Giorgia Palmas e la bionda Elena Barolo. Ma a quanto pare, le ultime a portare sul capo la corona di reginette di bellezza di Striscia potrebbero essere Alessia Reato e Giulia Calcaterra.