La battaglia che non abbiamo scelto è il racconto di un amore e di una malattia: il cancro al seno. Una raccolta di foto che ripercorre il matrimonio tra Angelo e Jennifer, la felicità che si interrompe con la diagnosi di tumore, la doppia mastectomia, le cure dolorose. E poi l’attesa, la speranza e l’arrivo – temuto – delle metastasi. Angelo Merendino, fotografo statunitense, ha ritratto la moglie Jennifer e la sua lotta contro il cancro. Una realtà impietosa che non ha cercato di edulcorare o trasfigurare. Le immagini che si vedranno a Perugia dal 10 al 18 novembre al Festival di fotografia sociale – dove sarà presente anche l’autore – struggono e sconquassano. 

“Scattavo ma non pensavo alle foto – dice Merendino – La mia unica preoccupazione era Jen. E’ stato faticoso: mentre vedevo l’amore della mia vita lottare per sopravvivere non potevo cedere al dolore perché questo avrebbe interferito con la mia capacità di prendermi cura di lei. Dopo che a Jen sono state diagnosticate le metastasi è iniziata una lotta quotidiana, ma sembrava che parenti e amici non se ne rendessero davvero conto. Ci chiamavano al telefono e mandavano email, ma non era abbastanza. E così, per mostrare loro che cosa stavamo davvero vivendo, ho iniziato a fotografare lo nostra quotidianità. E Jen mi ha sempre sostenuto”.

Dopo la morte di Jennifer, Angelo ha deciso di fare conoscere le foto attraverso una mostra itinerante e un libro. Per questo ha lanciato una campagna di crowdfunding. Tramite la piattaforma Indiegogo sta raccogliendo fondi per realizzare il suo progetto. “Ho deciso di fare tutto questo perché credo che le persone debbano sapere che cosa significa davvero la vita con il cancro. Durante la battaglia contro questa terribile malattia c’è bisogno di avere accanto le persone che ti vogliono bene perché non è vero che una volta fatte le cure tutto torna come prima. La mia speranza è che le mie foto aiutino a far capire meglio questa realtà, ma anche a mandare il messaggio che bisogna vivere ogni momento con intensità”. 

Sono state diverse le reazioni alle foto, spiega Angelo. “Per molti sono il racconto dell’amore tra Jennifer e me. Per altri invece sono semplicemente tristi. Altri ancora, dopo averle viste, capiscono che non devono dare per scontate le persone che amano”. La battaglia che non abbiamo scelto è stata presentata al 2012 Communication arts photography annual e ha ricevuto la menzione speciale al The art of documentary di Socialdocumentary.net. Angelo ha invece ricevuto il People’s choice award nel 2011.