Una scarpa intelligente che aiuta i pazienti colpiti da Alzheimer ad essere rintracciati quando si allontano in stato confusionale da casa. Un tecnologico ”filo di Arianna’ aggiornato con la tecnologia Gps, il sistema di posizionamento satellitare. Il tutto inserito nel tallone della calzatura. Il segnale con le coordinate della persona è inviato con una mail o un sms al cellulare di un familiare, che è così in grado trovare la posizione del caro su una mappa digitale. La scarpa, sviluppata dalla collaborazione tra un’azienda americana specializzata in dispositivi miniaturizzati, è in vendita nel Regno Unito al prezzo di 300 euro.

Una delle preoccupazioni più comuni per le famiglie che hanno un parente malato di Alzheimer è di scoprire che si è allontanato da casa disorientato e con alte probabilità di perdersi. L’innovativa scarpa è anche in grado di creare una zona sicura per cui se i pazienti si allontanano fuori dai confini scatta un allarme speciale inviato al parente con un messaggio email o un sms. Secondo Andrew Carle, del College Mason di Washington, “le scarpe salveranno la vita ai malati ed eviteranno molti incidenti soprattutto per le persone nelle prime fasi del morbo che sono a più alto rischio di ritrovarsi in stato confusionario. Inoltre – sottolinea – l’idea della calzatura supera l’ostacolo di mettere qualcosa addosso ai pazienti con Alzheimer che spesso non riconoscendolo come proprio lo rimuovono”.