Una decina di giovani del centro sociale Cantiere di Milano ha fatto irruzione negli uffici della sede locale dell’agenzia di rating Standard & Poor’s, in vicolo San Giovanni sul Muro. “Noi non lo paghiamo il vostro debito”, hanno spiegato i ragazzi ai dipendenti dell’agenzia che hanno assistito al fuori programma. E ancora: “Se proprio dobbiamo avere un debito pro capite di 30mila euro, permetteteci almeno di spenderli”. I manifestanti hanno inoltre distribuito facsimili di carte di credito, sul retro dei quali denunciano “banchieri truffatori, affaristi strozzini” e tutti coloro che – secondo quanto dichiarato – avrebbero causato la crisi economica. Mentre il blitz procedeva sotto gli occhi delle forze dell’ordine, all’esterno dell’edificio una trentina di persone ha acceso fumogeni ed esposto alcuni striscioni con la scritta “You are the pigs” (voi siete i maiali), in risposta all’acronimo utilizzato per i Paesi europei considerati economicamente meno affidabili dalle agenzie di rating. Tutto si è concluso nel giro di un’ora. Lasciando la palazzina, i giovani del Cantiere hanno dato a appuntamento a domani, per il ‘no banks day’ in piazza Affari davanti alla Borsa. Video di Franz Baraggino