Abbiamo vinto!” Gridano milioni di pagine Facebook.
“Abbiamo vinto!” Ululano i bergamaschi che fanno gli hippy sugli Appennini…
“Abbiamo vinto!” Barriscono a Trento trentatrè trentini.
“Abbiamo vinto!” Bisbigliano i fidanzati appoggiati alla balaustra dei balconi del cielo, mentre si danno morbidi baci innamorati.

Urlano i romagnoli, nitriscono i piemontesi insieme agli italo-senegalesi, ruggiscono i lombardi-marocchini, muggiscono i senesi, per non parlare dei genovesi che stanno danzando da quando, domenica sera, si è saputo che eravamo al 41%… (cuore sgomento!)
Superato lo spavento, di aver vinto ancora, ballano la tarantella i pugliesi mentre mangiano paella in onore dei ribelli di Barcellona.
E cantano i volontari napoletani, suonando il mandolino, mentre puliscono Capodichino con paletta e scopettino.
Cantano odi al Signore, da Chianciano a Singapore (gli italiani all’estero, una volta tanto, non si devono vergognare e fingere di essere francesi parlando con i cinesi…).

Sì! Sì! Sì! Sì! Dice la ragazza a quel bambinone di Andrea, l’idraulico di Ivrea. Forse in un altro momento gli avrebbe detto No. Ma come si fa, a dire No in una giornata come questa?
E’ iniziata la festa!

E io amo questi italiani, che a volte sembrano una massa di babbani.
Ma poi sono capaci del colpo di reni.
Oggi mi sembra che questo paese possa cambiare, dall’Umbria alla Calabria vi vorrei abbracciare!

E forse salmodia “Abbiamo vinto!” anche il Santo Padre antinucleare…
Dice che anche Gesù era un tipo solare…

E adesso me lo ripeti Berluschino che il referendum non era contro il governo?
Cioè t’abbiamo impallinato il legittimo impedimento e il nucleare…
Altro che andare al mare…
Vacci tu a nuotare!
Vai! Vai! Hai di fronte solo guai!

E adesso me lo dici Bersanino, che visto che abbiamo perso 23 referendum uno dietro l’altro tentarne ancora uno sarebbe masochista?
Forse hai preso una svista.
Una svista a Napoli, una svista a Milano,
gli occhiali della storia non tenerli in mano
infilateli sul naso!
E guardaci attraverso, forse vedrai un mondo diverso
dove sono milioni i rompicoglioni
convinti che non è ancora tutto è perso!

Amore mio, di nuovo fischia il vento e ti scompiglia i capelli
che così scompigliati sono più belli!