Il quorum per i referendum del 12 e13 giugno “non è facile da raggiungere” , per questo “lunedì pomeriggio alla chiusura dei seggio depositeremo ricorso alla Cassazione perché sollevi conflitto d’attribuzione alla Consulta in merito alla questione del voto degli italiani all’estero”. Lo annuncia Antonio Di Pietro, in un’intervista a Repubblica Tv, spiegando: “Se si pensa al conteggio dei più di 3 milioni di italiani che sono all’estero, il quorum passa, di fatto, dal 50+1 al 58 per cento”, ha detto il leader dell’Italia dei Valori.

Il leader Idv invita quindi la Cassazione a non conteggiare, per il raggiungimento del quorum, i cittadini che non si trovano in patria. Saranno “proprio quei voti a fare la differenza: oltre il 50 per cento noi ci arriviamo, al 58 per cento no”.