“Una concezione padronale dello Stato ha ridotto ministri e politici in servitori, semplici esecutori dei voleri del capo” e “poco importa che il Paese vada allo sfascio: non si ammettono repliche al pensiero unico. E guai a chi osa sfidare il ‘dominus’ assoluto”. Così, nell’editoriale del numero di domani in edicola, Famiglia Cristiana interviene sulla questione morale e la situazione nel Pdl, sottolineando che “lo sbandierato garantismo, soprattutto a favore dei potenti, è troppo spesso pretesa di impunità totale. Nonostante la gravità delle imputazioni”. “L’appello alla legittimazione del voto popolare non è lasciapassare all’illegalità”,  prosegue il settimanale dei paolini, parlando di un “disastro etico sotto gli occhi di tutti” e sottolineando che “quel che stupisce è la rassegnazione generale. La mancata indignazione della gente comune”. “La questione morale agita il dibattito politico dal lontano 1981”, ricorda l’editoriale spiegando che ora “bastano tre cifre per dirci a che punto siamo arrivati”: un’evasione fiscale che sottrae all’erario 156 miliardi, mafie che fatturano da 120 a 140 miliardi e corruzione che “brucia altri 50 miliardi, se non di più”.

Il duro editoriale del settimanale Famiglia Cristiana sorprende il coordinatore Pdl, Sandro Bondi. “Quello che stupisce – afferma – è la mancanza di una riflessione critica che riguardi anche il ruolo che la Chiesa ha svolto in questi ultimi decenni nel contribuire alla formazione di una nuova classe dirigente nazionale”. Questo atteggiamento sconcerta e amareggia soprattutto i cattolici impegnati in politica – replica Bondi – i quali, pur aderendo e militando in diversi schieramenti politici, cercano di operare con prudenza politica, spirito di confronto e capacita’ di individuare laicamente accettabili punti di equilibrio nella difesa della visione cristiana della vita”.

“Nessuna sorpresa” invece per il deputato del Pd Enrico Farinone, vicepresidente della Commissione Affari Europei. “Questo è quello che quando si hanno partiti lideristici, in cui la politica ha un ruolo nullo”, afferma Farinone.

Leggi l’editoriale di Famiglia Cristiana