/ TAG / Cervelli in Fuga Canada

“Fare il dottorato in Italia? I vincitori c’erano già. A Toronto sono stato scelto solo per merito”

Architetto tra Italia e Canada. “All’estero ho imparato ad amare le nostre eccellenze. Non riuscite a trovare lavoro? Andate via”

Chimico in Canada. “Qui mi sento come se avessi vinto alla lotteria. L’Italia è immobile”

“A Vancouver disegno per il cinema d’animazione. In Canada non c’è staticità: posso realizzare i miei progetti”

“A Barcellona perché sogno di fare l’interprete. In Italia lavori estenuanti, in Spagna c’è rispetto per il riposo”
Ricercatrice a Copenaghen. “Quando hai 30 anni e sei costretto a fare l’expat, non puoi mettere radici”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×