Supertangente in Nigeria, ora Eni e Shell a processo

Corruzione internazionale - Rinviati a giudizio il numero uno Descalzi e l’ex Scaroni, assieme a Bisignani e ai mediatori dell’affare africano
Supertangente in Nigeria, ora Eni e Shell a processo

Una super-tangente da 1,3 miliardi di dollari versata da Eni e Shell a politici nigeriani per ottenere nel 2011 i diritti di sfruttamento del grande giacimento petrolifero Opl 245: di questo tratterà il processo per corruzione internazionale che inizierà a Milano il 5 marzo 2018. Gli imputati saranno l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.