Selfie col morto

Forse anche un fottuto guitto esibizionista come Marco Pannella, se potesse commentare l’orgia di diabetica retorica e di tartufesco unanimismo che accompagna il suo feretro, ne sarebbe schifato. Ed è incredibile che, avendone avuto tutto il tempo, non abbia lasciato tra le sue ultime volontà, insieme al brano musicale da suonare al suo funerale, anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.